menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Franco, l'ultimo barbiere al Borgo d'oro, tra scultura a rasoio e intaglio di artistici bastoni

Franco è l’amico degli amici ed è dotato di uno speciale senso estetico. Un gusto che si appaia a una speciale abilità scultorea

All’anagrafe Franco Pignattini. Per gli amici, semplicemente, Franco. È l’ultimo barbiere rimasto al Borgo d’oro. Un tempo ce n’erano diversi, ma ora è restato l’unico seme della barbieria borgarola. Lavora di buona lena, con gli ultimi residenti del Borgo e con qualche studente che vive in zona. Fa servizi a tutto tondo: barba, capelli, shampoo, chiacchiera, informazioni, massima disponibilità umana.

È apprezzato e stimato da tutti. Recentemente, in occasione della morte (per lui dolorosissima) del postino Giorgio, suo speciale amico, si è improvvisato terminale di una raccolta di fondi per sopperire alle necessità della famiglia, rimasta senza reddito.

Franco è l’amico degli amici ed è dotato di uno speciale senso estetico. Un gusto che si appaia a una speciale abilità scultorea. La sua vetrina è piena di bastoni con l’impugnatura scolpita, incisa, lavorata, a ricavarne forme umane e animali di grande suggestione. Così il bastone termina con un “bucciotto”, un pesce, un uccello, un pagliaccio. Spesso anche colorati e di grande impatto.

I manici, o meglio le impugnature, rappresentano tutta la gamma di una sfrenata creatività. Quei bastoni sono in parecchi a chiederglieli e Franco qualcuno ne vende, sebbene a malincuore. Franco Pignattini è la memoria vivente del Borgo d’Oro: da lui si può sapere tutto su fatti e persone. Ma non pettegolezzi, s’intende! Racconta e conosce tutto di tutti, dall’osservatorio privilegiato di una vecchia bottega artigiana, che i borgaroli vogliono conservare come simbolo di identità.

Tanto che, sebbene in pensione, tutte le mattine arriva con lo scooter e apre, puntuale, bottega. Non col muso, ma col sorriso. Affrontando, come sempre, con umanità e ottimismo una nuova giornata. Tra una barba, una chiacchiera, una scultura al rasoio (“come oggi non se ne sanno più fare”) e il lavoro a un nuovo bastone. Forse il più bello della sua collezione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento