rotate-mobile
Cronaca Assisi

Blitz all'alba, smantellato il 'consorzio familiare' dei furti nelle case: "Veri e propri professionisti del crimine"

Dodici dei 16 indagati beneficiano del reddito di cittadinanza. Colpi ad Assisi, Siena e Arezzo

La polizia di Assisi smantella "un vero e proprio consorzio familiare" dei furti nelle case. La polizia, all'alba di martedì 28 settembre, ha dato esecuzione a un’ordinanza cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Perugia a carico di otto soggetti, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti in abitazione nelle zone di Assisi, Arezzo e Siena. 

VIDEO Anni di furti nelle case, la polizia smantella la banda di ladri

Gli indagati, sedici in tutto, già noti alle forze dell'ordine per i loro numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, sono uomini e donne italiani residenti nella zona di Assisi e Cannara. Per due è stata disposta la custodia cautelare in carcere, per cinque gli arresti domiciliari e per uno l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Su indicazione della Procura delle Repubblica di Perugia sono stati condotti accertamenti insieme alla Guardia di Finanza, dai quali è emerso che 12 dei 16 indagati beneficiano del reddito di cittadinanza. 

Furti, rapine e inseguimenti: come agiva la banda "familiare" di ladri che ha terrorizzato Umbria e Toscana

Il Gip, spiega la polizia, "ha ritenuto sussistente il rischio di reiterazione di reati, in considerazione della pluralità dei delitti commessi, delle modalità organizzative associative evidenziate sottolineando come quello preso in esame non fosse soltanto una mera compagnia criminale bensì un gruppo familiare coeso e dedito alla commissione di delitti contro il patrimonio al fine di procurarsi sostentamento". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz all'alba, smantellato il 'consorzio familiare' dei furti nelle case: "Veri e propri professionisti del crimine"

PerugiaToday è in caricamento