menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Magione guarda al futuro con tranquillità: bilancio solido, la fibra ottica e investimenti

«Con un bilancio solido, tariffe invariate e mantenimento dei servizi comunali chiudiamo, con soddisfazione, il rendiconto delle attività per il 2015» è il commento del vicesindaco di Magione, con delega al bilancio, Massimo Lagetti, a chiusura dell’approvazione del bilancio di rendicontazione 2015 e quello di previsione 2016-18 nella seduta del Consiglio comunale tenutosi lo scorso 20 maggio.

«Un anno caratterizzato da profondi cambiamenti – prosegue Lagetti – tesi a migliorare sia l’efficienza degli uffici che il rapporto con i cittadini. Sono andati in questa direzione l’introduzione del protocollo informatico, la fatturazione elettronica, gli investimenti in connettività».

«Per quello che riguarda la logistica – afferma – tra le modifiche più rilevanti è da ricordare lo spostamento degli uffici da piazza Simoncini alla sede dell’ex-Comunità Montana. Un trasloco realizzato con il minimo disagio per i cittadini e in tempi brevi grazie all’impegno dei dipendenti». «Una scelta – spiega Lagetti - che ha consentito il recupero di un importante edificio posto in prossimità del centro storico e che ha visto la fondamentale collaborazione tra i vari enti interessati».

Tra le opere ricordate durante la discussione la realizzazione del cavidotto pubblico che permetterà alle aziende del luogo di avere la fibra ottica con elevate potenzialità di connettività. Su domanda potrà essere aumentata fino a 150 mega.

Approvato dal consiglio anche l’utilizzo dell’indennizzo da disagio ambientale di cui, circa 200mila euro, vengono utilizzati in agevolazioni per i cittadini, di cui 15mila euro per incentivi ricicard, 22.500 euro per esenzioni Tari determinate in base alla dichiarazione del reddito; 25.200 per incentivi svuotamento e agevolazione specifiche in vista della tariffa puntuale e 107mila destinati a riduzioni per zone non adeguatamente servite o vicine alla discarica.

Un rendiconto positivo che si fa forte anche di altri elementi che confermano la stabilità del bilancio dal punto di vista finanziario: il Comune è in grado di effettuare pagamenti alle aziende con una media di trentuno giorni «una delle medie più basse in assoluto» spiega Lagetti; e ha un piano degli investimenti realizzato con risorse proprie senza ricorrere mai ad anticipazioni di cassa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento