menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga, furti e rapine, violenza sulle donne, in un anno 240 arresti e oltre 2.700 denunce

L'attività 2020 del Comando provinciale dell'Arma dei Carabinieri, fortemente condizionata dall'emergenza Covid-19

Centocinquantaseimila chiamate al 112, 240 persone arrestate e 2.774 denunciate. Sono alcuni dei numeri dell'attivitià dei Carabinieri del Comando provinciale di Perugia nel corso del 2020. Un anno contrassegnato anche dalle tante attività collegate all'emergenza sanitaria da Covid-19, attraverso l'operatività anche delle 65 stazioni della Provincia di Perugia e ai Nuclei Radiomobili e Aliquote di Primo Intervento.

romano-2L’Arma ha risposto a 156.000 chiamate al numero di emergenza 112, con 43.224 servizi esterni. Nel 2020 sono state controllate 79.771 persone e oltre 57.400 mezzi. Numeri elevati anche per i servizi di vigilanza del rispetto delle norme finalizzate al contenimento della pandemia: 62.073 persone controllate e di queste sanzionate il 3% circa, 29.899 invece gli esercizi commerciali verificati, per 8 dei quali sono state rilevate violazioni delle norme anti-Covid (nella foto il colonnello Stefano Romano, comandante provinciale dell'Arma).

L’Arma ha eseguito 240 arresti (14 per furto, 10 per rapina, 80 per droga, con il sequestro di 70 chilogrammi di stupefacenti) e denunciato 2.774 persone. In percentuale sono stati individuati e perseguiti gli autori di reati nel 68% dei casi. Quasi l’84% delle denunce a piede libero e oltre il 62 % degli arresti nella provincia sono appannaggio dei Reparti dell’Arma.

Particolare attenzione è stata dedicata alla violenza di genere e alla tutela delle vittime vulnerabili: 149 denunce raccolte e 26 arresti. I Carabinieri hanno anche consegnato e aiutato nel ritiro delle pensioni le persone over 75 che versavano in particolari situazioni di difficoltà.

Gli altri numeri delle diverse specialità dell'Arma

Il Gruppo Carabinieri Forestali di Perugia ha effettuato 31mila controlli e segnalato all’autorità giudiziaria 248 persone, elevando oltre 1487 contestazioni amministrative per un valore complessivo di 821.000 euro, effettuando 84 sequestri penali e 72 amministrativi.

Il Nucleo Antisofisticazioni e Sanità ha effettuato 1.523 ispezioni, denunciato 84 violazioni penali, 74 contestazioni amministrative, elevato contestazioni amministrative per l’ammontare di 75.000 euro, nonché sequestrate strutture per un valore complessivo di 388.000 euro.

Il Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale ha arrestato una persona e ne ha denunciate 22 per reati nel settore della contraffazione e della illecita commercializzazione di opere d’arte, con circa 1.000 beni archeologici ed antiquariali rinvenuti e 94 falsi sequestrati, per un valore economico complessivo stimato in 4,6 milioni di euro;

Il Nucleo Ispettorato del Lavoro ha effettuato 124 ispezioni, controllando oltre 421 posizioni lavorative: emerse 68 posizioni lavorative “in nero”, 137 lavoratori irregolari, 5 lavoratori clandestini, confluite in 123 denunce penali ed una persona arrestata per capolarato, 20 provvedimenti di sospensione delle attività controllate, e sanzionando i trasgressori elevando contestazioni amministrative per un totale di 311.000 euro.

Il Nucleo Operativo Ecologico ha eseguito oltre 157 controlli, segnalando all’autorità giudiziaria 148 persone e arrestandone 7, con il sequestro di 9 compendi aziendali per un valore di oltre 42 milioni di euro e l’elevazione di 18 contestazioni amministrative per un valore complessivo di 402.000 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento