menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villa Urbani chiuderà e nel 2017 inaugurazione della Biblioteca degli Arconi

Nessun passo indietro sulla dismissione della "vecchia" biblioteca ma resterà aperta fino a quando non sarà realizzata quella multimediale in pieno centro storico. Ecco il progetto, il cronoprogramma e la presa di posizione di Cernicchi

Nel 2017 i perugini, gli studenti e i turisti potranno mettere piede nella nuova biblioteca anche multimediale degli Arconi. Bisognerà dunque aspettare tre anni e qualche mese - il collaudo è previsto ad agosto - prima di poter vedere realizzata la nuova casa della cultura condivisa di Perugia. Ma ne varrà la pena. Per il momento c'è la certezza dei fondi: 3milioni di euro - soldi anche da parte della Regione - ed è stato approvato il cronoprogramma dei lavori per la Biblioteca degli Arconi. Si prevede entro settembre 2014 l’approvazione del progetto esecutivo, fra gennaio e febbraio 2015 la consegna dei lavori, entro maggio 2017 la conclusione dei lavori e per agosto 2017 il collaudo delle opere.

Per una che verrà aperta un'altra sarà chiusa: quella di Villa Urbani per la quale è scattata una petizione popolare per salvarla. L'assessore Cernicchi ha voluto dire la sua dopo le polemiche di questi giorni spiegando che la vecchia biblioteca resterà aperta fino all'inaugurazione di quella degli Arconi: "La dismissione di Villa Urbani come biblioteca (ma l’amministrazione non esclude affatto e si impegna per il mantenimento della proprietà e la rifunzionalizzazione dello stabile a fini culturali) non sarà perfezionata prima dell’inaugurazione degli Arconi. Tutto ciò nell’ambito di una riorganizzazione e un ampliamento del sistema delle biblioteche della città". 

L'ANALISI - Il progetto della nuova biblioteca degli Arconi (con gli annessi locali di Via Oberdan, 460 mq, luminosi, con accesso fronte strada, ai quali sono da aggiungere altri 120 mq dello stabile ex Zaroli, per i quali è in corso una trattativa volta alla loro acquisizione) intende mettere a frutto e potenziare proprio l’esperienza di Villa Urbani. Il personale, le principali collezioni, tutte le attività e i servizi attualmente disponibili a via Pennacchi (spazio ragazzi, gruppi di lettura, cineforum, teatro, yoga, ecc.) troveranno in un luogo di grande impatto, spazi più ampi e infrastrutture più funzionali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento