Cronaca

Coronavirus, nuovi contagi in città. Il sindaco: "Sono tutti giovani: serve collaborazione"

L'appello ai giovani da parte del primo cittadino per evitare una seconda ondata di contagi

Tutti giovani i nuovi contagiati di Bastia Umbra e altri si trovano sotto osservazione in "quarantena". Il sindaco Paola Lungarotti, in virtù di questi dati, ha voluto lanciare un appello dalla sua pagina di facebook: "Come era prevedibile, i casi di contagio passano da due a sei, tutti per stretto contatto con i primi due positivi al Covid-19. Sono pertanto tutti giovani e questo deve porre una attenta riflessione. Si smentisce che il virus colpisca solo le persone di una certa età, si rafforza la tesi che il virus non teme l'età, trova terreno fertile nelle persone che non rispettano le regole basilari: il distanziamento, l'uso della mascherina, l'igienizzazione delle mani. Sono altresì aumentati i casi di persone in isolamento preventivo, a loro ci rivolgiamo affinchè rispettino le prescrizioni fornite dai sanitari".

Chiesta dunque massima collaborazione per arginare una eventuale seconda, imponente, ondata di contagi in città: "Collaboriamo, diamoci una mano, è un piccolo sacrificio rispetto a quello che potremmo di nuovo affrontare per garantire la tutela della salute propria e degli altri. E' un appello particolare ai giovani chiaramente quelli più colpiti in questa fase".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nuovi contagi in città. Il sindaco: "Sono tutti giovani: serve collaborazione"

PerugiaToday è in caricamento