Bastia Umbra, addetto alla sicurezza si attacca al cofano dell'auto di una ladra in fuga

Scene da film per un furto in un negozio di poco valore. La donna rintracciata poco dopo dalla Polizia del Commissariato di Assisi

Non è stato il solito taccheggio a danno di un negozio - ormai quasi all'ordine del giorno in provincia di Perugia - che finisce con il recupero della merce rubata direttamente dagli addetti alla sicurezza e poi l'arrivo delle forze di polizia per formalizzare le accuse. Stavolta il ladro è riuscito a superare le casse, entrare in auto e tentare la fuga con tanto dell'addetto all’antitaccheggio trascinato per oltre duecento metri mentre restava attacco al cofano dell'auto per bloccare la fuga. Ma alla fine non ci è riuscito.

La titolare del negozio nel frattempo era riuscita però ad annotare la targa dell’autovettura e quindi a chiedere l’intervento degli agenti del Commissariato di Assisi che nel giro di poche ore sono riuscitI a rintracciare la donna sequestrando la merce rubata ovvero  prodotti per l’igiene personale e un paio di occhiali per un modico valore. La ladra è stata denunciata a piede libero per il reato di rapina e avviata nei suoi confronti la procedura per l’emissione del Foglio di Via dal Comune di Bastia Umbra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento