menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Città di Castello, la Polizia all'arrembaggio di una barca da 15 metri sulla E/45

Non avevano i documenti per questo trasporto eccezionale che stavano conducendo con una sulla E45 con una jeep. Sequestrata barca, auto e la Polizia redige una multa che vale quanto uno yacht

Credevano di "solcare" la E45 con la loro barca in tutta tranquillità. Liberi e spediti, raggiungendo un altro mare. Trainati da quella jeep che sfrecciava in una superstrada sgombra, fortunatamente da auto, e immersa in una nebbia densa. Ma non è finita bene l'avventura dell'altra notte - 10 dicembre - di due maltesi.

Si sono infatti dovuti arrestare all’alt della polizia stradale di Città di Castello, impressionata anch’essa dal quel trasporto che hanno definito a dir poco “incredibile”, dovendo così dare giustificazione. Hanno dichiarato che non sapevano che servissero degli appositi permessi per quel "viaggio". E già, perché, per trasportare un’imbarcazione di 15 metri con un’auto ci vogliono permessi specifici che vanno richiesti direttamente all'ente proprietario della strada che si sta percorrendo.

Ma ai due maltesi rispettare quel cavillo burocratico non è interessato, il loro unico scopo era quello di mettere a mollo la barca nello splendido mar Tirreno. Un viaggio che sarebbe però potuto finire male, perché come hanno spiegato gli agenti si è trattato di un “convoglio pericolosissimo per la circolazione”. Numerose le infrazioni contestate per un totale di 1.200 euro di multa. Al conducente è inoltre stata ritirata la patente e la carta di circolazione, mentre barca, jeep e carrello sono state sequestrate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento