menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il "Compagno Paolo" torna a casa: nel bar Turreno una sala dedicata al nostro Paul Beathens

A un anno e mezzo dalla scomparsa e nel giorno delle celebrazioni del XXGiugno, è stata inaugurata una sala nel Caffé Turreno dedicata al compianto 'compagno' Paolo Vinti. Presenti tra gli altri il fratello Stefano e il sindaco Boccali

Al 'rivoluzionario e filosofo di strada', Perugia rende omaggio ad uno dei suoi figli, con la dedica di una sala all'interno del caffé Turreno. Una cerimonia semplice per il 'compagno Paolo' come lo chiamavano le persone che con lui chiaccheravano, scherzavano e che con lui discutevano un'ideale rivoluzionario che voleva immaginare un futuro diverso e giusto.

Paolo morì improvvisamente nel dicembre 2011 lasciando un grande vuoto in città, a Perugia mancano quelle due cravatte al collo mai annodate che ora omaggiano il compagno Paolo al Palazzo della Penna in una piccola ma indicativa opera dedicata a lui. Questo vuoto trova un'altro piccolo aiuto che non lo colmerà ma che può aiutare a tener viva la fiamma del ricordo, e allora eccola la sala del Turreno che da oggi porterà il nome di Polo Vinti.

Alla cerimonia, organizzata nell’ambito delle manifestazioni per il 20 Giugno, ha partecipato il fratello Stefano, assessore regionale, il sindaco della città Wladimiro Boccali che ha ricordato come ieri sia stato giorno speciale per ritrovare la vera identità della città, quella a cui il compagno Paolo era tanto legato e di cui è parte integrante. 

Anche la presidente della regione Catiuscia Marini ha voluto lasciare un pensiero scrivendo ad Umbrialeft il quotidiano che Paolo ha fondato: "E' una figura complessa e significativa della storia dell’Umbria, che non soltanto vive ancora attraverso le memorie dei tantissimi che lo hanno conosciuto, apprezzato e amato, ma è ancora da scoprire, grazie ai suoi scritti, pamphlets e prese di posizione, che contengono, espresso in forma singolare, un messaggio filosofico, poetico e anche politico, che va ricordato e valorizzato appieno. Paolo Vinti è stato una figura di uomo e d’intellettuale, che ha sempre vissuto sulla propria pelle e in prima persona le idee che ha professato, in un elogio dell’autenticità che costituisce oggi un esempio importante, soprattutto per quelle giovani generazioni che lo hanno sempre compreso ed amato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento