Cronaca

"Sono le 22, il bar chiude", ma il cliente non ci sta e si scaglia contro il proprietario e la Polizia: denunciato e multato

L'uomo non voleva uscire e poi si è appostato con l'auto davanti al locale in attesa del barista

Il bar chiude alle 22, ma il cliente non ci sta e vuole bere ancora e aggredisce il barista che lo invita ad uscire. Alla fine è dovuta intervenire la Polizia perché l’avventore, ubriaco, si era posizionato davanti al locale in attesa che uscisse il proprietario.

Gli agenti delle Volanti sono stati inviati dalla Sala operativa a Ponte San Giovanni dopo che il titolare di un bar aveva segnalato la presenza di una persona che, dopo le 22, sostava all’interno di una autovettura di fronte al locale in questione.

Giunti sul posto hanno trovato una persona addormentata all'interno dell'abitacolo e quando hanno provato a svegliarlo sono stati insultati dall'uomo. Con pazienza gli agenti sono riusciti a convincere l'uomo ad abbassare il finestrino per controllare i documenti, ma sono stati raggiunti da un forte odore di alcol.

L’uomo, un cittadino italiano classe 1972 con precedenti di polizia per reati contro la persona, non si è calmato per nulla e ha continuato a comportarsi in maniera aggressiva e offensiva nei confronti degli agenti.

Sentendo anche il titolare del bar, che aveva chiamato la Polizia, è emerso che l’uomo, già sotto l’effetto di alti livelli di alcool, aveva aggredito verbalmente il proprietario del bar perché alle 22 aveva invitato i clienti ad uscire perché doveva chiudere il locale.

L’umo è stato denunciato per minacce e resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità, è stato anche multato per inosservanza delle normative anti Covid-19 e per ubriachezza molesta.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono le 22, il bar chiude", ma il cliente non ci sta e si scaglia contro il proprietario e la Polizia: denunciato e multato

PerugiaToday è in caricamento