Cronaca

Bando per 400 operatori sanitari volontari per l'Umbria: ecco le figure richieste per arginare la pandemia

Per rafforzare gli ospedali richiesti medici, infermieri ed Oss da tutto il Paese. Cresce la solidarietà dalle altre regioni verso l'Umbria in zona rossa

Nel corso della settimanale riunione sull'andamento della pandemia in Umbria, il direttore Dario ha illustrato i contenuti dell’ordinanza emanata dal Capo del Dipartimento della Protezione civile per il reperimento di personale a supporto dell’attività delle aziende sanitarie e ospedaliere dell’Umbria: 97 medici, di cui 52 specializzati in anestesia e rianimazione e 45 in malattie infettive, dell’apparato respiratorio e medicina interna, 24 medici anche non specializzati, ma regolarmente iscritti agli ordini professionali, 287 infermieri e 88 operatori socio-sanitari.

Nel frattempo la giunta regionale, come previsto dalla Presidente Donatella Tesei, ha confermato la volontà di assumere oltre 1500 persone: previsti varie step per integrare il personale in servizio. Molte regioni del Centro e del Nord Italia si sono dette disponibili, avendo attualmente in carico minore, a dare una mano all'Umbria anche per ricambiare i ricoveri e le cure mediche prestate dai nostri ospedali nella prima drammatica fase emergenziale che portò al lockdown.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando per 400 operatori sanitari volontari per l'Umbria: ecco le figure richieste per arginare la pandemia

PerugiaToday è in caricamento