menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Erano il terrore di bar e sale giochi: spaccate e furti in tutta l'Umbria, banda a processo

In particolare, ad essere prese di mira, erano video poker e macchinette cambiamonete. Ma anche stecche di sigarette, gratta e vinci e registratori di cassa

Erano diventati l'incubo dei bar e delle sale slot, ed agivano nella notte assalendo in particolare i video poker dall'Altotevere e in generale di tutta l'Umbria. Todi, Città di Castello, Umbertide, ma anche Perugia, erano queste alcune delle zone favorite dalla banda, ora a processo con l'accusa di furto aggravato e danneggiamento. Davanti al Collegio presieduto dal dott. Mautone, qualche giorno fa si è tenuta una nuova udienza a carico di una quindicina di imputati-uno dei quali è difeso dall'avvocato Massimo Brazzi del foro di Perugia- la discussione è stata fissata a gennaio 2017. Attraverso intercettazioni telefoniche e un gps collocato al di sotto di una delle macchine che sarebbero state utilizzate dai ladri, le forze dell'ordine riuscirono a scoprire molti componenti della presunta banda che avrebbe colpito a partire dal 2009.

In particolare, il 13 settembre del 2009 in un bar a Città di Castello, oltre tre uomini misero a segno il colpo in un bar, di notte, rubando un videopoker, un televisore, una macchinetta cambiamonete, stecche di sigarette, gatta e vinci e un blocco di assegni. Un danno di "rilevante gravità", come riportato dal capo d'imputazione. E ancora, pochi giorno dopo (siamo al 17 settembre 2017) sempre a Città di Castello vennero rubati 3 videopoker, ancora una machinetta cambiamonete, e qualche contante. Ad Umbertide invece, con le stesse modalità, vennero rubati anche gratta e vinci e un regsitratore di cassa. Questi sono solo alcuni dei colpi che la banda avrebbe messo a segno;  sfondando vetrine e porte, e neutralizzando videocamere di sorveglianza e antifurti. 

Fu proprio l'operazione denominata "Jackpot" ha sgominare la banda di cittadini rumeni che avrebbe colpito gran parte dell'Umbria. Ora si tornerà in aula in prossimo 2017. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento