rotate-mobile
Cronaca Centro Storico

Mercatino degli ambulanti in corso Vannucci, sale la protesta dei commercianti

Mercatino degli ambulanti in corso Vannucci: i negozianti fissi protestano. “Impattano la visuale e, addirittura, nascondono i nostri esercizi”, dichiarano

Mercatino degli ambulanti in corso Vannucci: i negozianti fissi protestano. “Impattano la visuale e, addirittura, nascondono i nostri esercizi”, dichiarano. “Per di più, le bancarelle sono orientate verso il corso e la gente non passa più nemmeno davanti ai marciapiedi sui quali si affacciano i nostri negozi”.

Che dire? La lamentela è motivata e reitera quella che si propose il Natale scorso. In quell’occasione, i commercianti protestarono con l’assessore al commercio Cristiana Casaioli la quale, salomonicamente, ordinò che le bancarelle si disponessero su due fronti che si davano le spalle: un lato aperto verso il corso e l’altro verso il marciapiedi. Non fu una gran soluzione, ma ebbe il merito di tacitare un po’ la protesta.

A poco vale la considerazione che i prodotti in esposizione, biologici o meno, non fanno concorrenza a quelli offerti dai negozi. “Ma non sono nemmeno una novità!”, la risposta. Effettivamente, ormai il biologico (reale o asserito) è diventata una moda e anche un “modo” di fare business.

“Il fatto è – sostengono gli operatori economici dell’acropoli – che ci impallano e ci tolgono visibilità. Già le cose vanno male e questo genere di iniziative non ci aiuta di certo!”. Tra i perugini, alcuni rilevano come quello spettacolo-accampamento di tende svolazzanti non sia esattamente uno elemento che giova alla bellezza e alla dignità della piazza. E i negozianti insistono: “Noi paghiamo le tasse tutto l’anno e questi arrivano a fare battitura dove noi abbiamo seminato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercatino degli ambulanti in corso Vannucci, sale la protesta dei commercianti

PerugiaToday è in caricamento