menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Condannato a 5 anni per abusi sul nipote disabile: in Appello chiesta perizia psichiatrica

A finire per l'Appello davanti ai giudici un uomo di 58 anni che, secondo l'accusa, avrebbe abusato del nipotino portatore di handicap

Una storia dai risvolti tragici. Protagonista della vicenda, finita davanti ai giudici della Corte d'appello di Perugia, un ragazzino portatore di handicap molestato, stando alla tesi accusatoria, dallo zio. A denunciare l'episodio lo stesso ragazzino che, in lacrime, aveva raccontato l'intera storia alla madre.

Da qui una vicenda giudiziaria terminata con una condanna in primo grado a cinque anni e un mese. Si torna però di nuovo in aula per il secondo grado di giudizio. A dover giudicare l'uomo adesso sarà la Corte d'Appello di Perugia presieduta dal giudice Maria Rita Belardi.

Secondo la testimonianza resa dal piccolo, l'imputato, intorno alle 21, si sarebbe diretto nella camera del bambino abusando di lui. Stando sempre al racconto della vittima, lo zio avrebbe compiuto l'ignobile gesto più volte.

L'avvocato Massimo Metelli, difensore dell'uomo di 58 anni accusato di abusi, ha presentato un'istanza con la quale chiede di riconoscere l'incapacità di intendere e di volere dell'uomo. La Corte ha quindi preso tempo per accertare l'ipotetica incapacità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento