menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il grande cuore di Leo Cenci: nuova donazione al reparto di Oncologia dell'ospedale di Perugia

Il grande gesto del presidente di Avanti Tutta: donato un ecografo di ultima generazione

Un ecografo di ultima generazione con una migliore capacità di risoluzione, la possibilità di fare molteplici procedure interventistiche come il posizionamento di drenaggio e soprattutto biopsie eco-guidate che consentono una diagnosi più rapida di malattia ed un'acquisizione di materiale per approfondimenti molecolari. E' questa l'ultima donazione che ha fatto l'associazione Avanti Tutta onlus, grazie ad un'iniziativa dei coniugi Francesco Gattied Isabella Cacciari, questa mattina (sabato 18 novembre) al reparto di oncologia medica dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Alla consegna ufficiale dell'ecografo erano presenti il primario del reparto, Fausto Roila, il responsabile della radiologia interventistica, Stefano Mosca, il ricercatore universitario e membro dello staff della radiologia, Alberto Ribonato, il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, l'onorevole Pietro Laffranco, la senatrice Valeria Cardinali ed il consigliere regionale Giacomo Leonelli.

Ha preso subito la parola Isabella Cacciari che ha spiegato di aver conosciuto Leonardo tramite il video che Mauro Casciari, ex iena e presidente onorario della onlus, aveva fatto montato e registrato per la trasmissione "X love" (Italia 1) nel 2015 e di essersi subito appassionata alla sua storia. "Da allora l'ho sempre seguito - ha proseguito - e, nel momento in cui ho deciso di sposarmi, insieme a Francesco abbiamo pensato che non avevamo bisogno di nulla, per nostra fortuna, ed abbiamo aperto un conto corrente per donare i soldi che ci avrebbero regalato gli invitati". "Ho frequentato questo ospedale - ha rimarcato subito dopo Gatti - quando mio padre era malato e con Isabella abbiamo preso questa decisione. Abbiamo avuto 180 donazioni di 250 persone per un totale di 42.546 euro, che poi abbiamo versato all'associazione. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito e non escludo di ripetere l'iniziativa in qualche altra occasione".

Il dottor Fausto Roila, dopo aver ringraziato i donatori, ha illustrato le caratteristiche dell'ecografo, sottolineando il fatto che è un apparecchio mobile che può essere utilizzato sia in corsia sia al day hospital e che è molto importante per i pazienti vista la pluralità delle sue funzioni.

Concetto espresso anche da Stefano Mosca ed Alberto Ribonato che hanno citato anche qualche dato. "Lo scorso anno - ha detto Mosca - abbiamo avuto 1075 pazienti, quest'anno contiamo di arrivare a 1500: di questi almeno 2/3 hanno una neoplasia accertata o la potrebbero avere. Da questi numeri si capisce l'importanza di un ecografo come questo, di ultima generazione, preciso nell'indagine". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento