Autovelox illegale, il giudice di pace richiama il Comune di Paciano: "Multe illegittime"

Accolti diversi ricorsi di cittadini che erano stati sanzionati senza il controllo immediato. Per il magistrato: "Tocca al prefetto indicare le strade dove si può usare lo speed scout"

Il super autovelox della discordia di Paciano è stato bocciato dal giudice di pace di Città della Pieve che ha accolto il ricorso di un automobilista, assistito dall’avvocato Marco Lodovichi.

Il conducente era stato sanzionato per aver superato di 12 chilometri il limite di velocità, ma aveva ritenuto illegittima la sanzione perché in quel tratto mancherebbe l’autorizzazione prefettizia all’utilizzo dell’autovelox, almeno senza la contestazione immediata della violazione.

Ed è proprio su questo elemento che il giudice di pace ha stabilito che quelle multe fossero illecite. Soprattutto alla luce dell’apparecchiatura utilizzata. Lo speed scout, infatti, permette l’accertamento anche a veicolo in movimento. La macchinetta, infatti, è montata all’interno dell’autovettura di servizio, segue il mezzo da controllare e poi emette il responso.

Per il giudice di pace, però, lo speed scout è del tutto simile, secondo la legge, ad un normale autovelox e le sanzioni emesse, come prevede il codice della strada, devono rispettare le norme. Ed è il prefetto ad individuare le strade in cui vale fare le multe con l’autovelox senza fermare le auto, perché si creerebbe un disagio e un pericolo alla circolazione.

E dove il vigili urbani di Paciano facevano le multe è una strada non inserita tra quelle indicate dal prefetto dove si poteva utilizzare tale strumento.

Ancora una volta, però, è mancato un pezzo, nella sentenza, per istruire i Comuni a seguire le regole: le spese compensate. Se il giudice di pace avesse condannato il Comune al pagamento delle spese processuali, forse chi deve far rispettare la legge si preoccuperebbe di farlo sin dall’inizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’utilizzo dello speed scout aveva sollevato molte proteste, sia per il numero elevato di contravvenzioni emesse, sia perché alcune di queste sarebbero state fatto fuori dal territorio comunale, cioè in quelli vicini. Adesso questa sentenza, solo una delle tante emesse dal giudice di pace sullo stessa tema e sui ricorsi presentati da altri cittadini, mette un punto fermo e chiarisce come si può utilizzare lo speed scout.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Occhio allo smishing, la nuova truffa svuota conto corrente: basta rispondere ad un sms

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento