menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mamma muore dopo il parto, terminata autopsia: "dissecazione della aorta"

Massimo riserbo dei medici che hanno eseguito l'esame su richiesta della Procura della Repubblica. Non ci sono al momento avvisi di garanzia. Le prime indiscrezione da ambienti sanitari

E' durata due ore l'autopsia sul corpo di Antonella Morganti, la mamma di 42 anni morta a Perugia dopo il parto, disposta dalla magistratura di Perugia per fare chiarezza sulle cause del decesso. Ad eseguirla sono stati i professori Bacci e Gualtierio, mentre non erano previsti consulenti incaricati dall'Ospedale in quanto non si sono avvisi di garanzia a carico dei sanitari.

Massimo riserbo degli inquirenti ma, secondo fonti ospedaliere ben accreditate, i protocolli di cura e intervento sarebbero stati rispettati come negli altri 2533 parti avvenuti nel 2013 senza problemi per le mamme. La causa, come già trapelato nei giorni scorsi, sarebbe stata la dissecazione dell'aorta. Sono stati prelevati diversi campioni per capire se l'arteria avesse da tempo una malformazione.

La famiglia di Antonella Morganti si è rivolta alla magistratura per fare chiarezza sull'accaduto anche perchè il malore mortale è avvenuto dopo la "mamma" era in apparente salute tanto da aver risposto ad un questionario dell'Ospedale. Poi un fitto dolore al petto e la morte praticamente improvvisa. Sta bene invece il piccolo Samuele. Nel pomeriggio dell'11 gennaio sarà dato il via libero per effettuare i funerali che si svolgeranno a Città di Castello forse lunedì prossimo.

I vertici dell'azienda ospedaliera ha già effettuato una indagine tutta interna per capire se i medici hanno agito secondo i protocolli e nel rispetto del paziente. L'esito dell'inchiesta

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento