Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Gualdo Tadino

Auto in vendita su internet, intascano i soldi, minacciano l'acquirente e spariscono: indagati

Gualdo Tadino, la Procura di Perugia ha chiuso le indagini a carico di due persone con l'accusa di truffa e minacce

Due persone, un 56enne e un 59enne, difesi dall’avvocato Giuseppe De Lio, sono accusati truffa sul web per aver incassato i soldi di un’auto messa in vendita e mai consegnate, se non mai esistita.

I due sono accusati di avere, “in concorso tra loro, con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso, con artifizi e raggiri”, pubblicato sui social, attraverso una piattaforma di compravendita, “un’inserzione inerente la vendita” di un’autovettura, “intrattenendo conversazioni telefoniche” tramite un cellulare intestato a un cittadino indiano e inducendo in errore un acquirente che avrebbe pagato 1.000 euro, senza mai ricevere alcunché.

Secondo l’accusa la vittima avrebbe effettuato due versamenti su carte ricaricabili: il primo di 600 euro, il secondo di 400, rimanendo truffato, “atteso che il veicolo non veniva mai consegnato né la somma restituita”.

Oltre alle aggravanti per “la minorata difesa della persona offesa, in relazione alle circostanze di luogo, ovvero della condizione della trattativa a distanza, con mezzi telematici, atti a ostacolare l’identificazione dei responsabili e delle loro manovre fraudolente”, la Procura di Perugia contesta ai due anche il reato di minacce per aver inviato all’acquirente un messaggio “del seguente tenore: ti ammazzo, so’ dove stati, figlio di tro…”.

I fatti sono avvenuti a Gualdo Tadino tra il 12 e il 14 aprile di quest’anno. La Procura di Perugia ha notificato in questi giorni l’avviso di conclusione delle indagini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto in vendita su internet, intascano i soldi, minacciano l'acquirente e spariscono: indagati
PerugiaToday è in caricamento