menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaco perso semina il panico in un convento, religiosi spaventati: arriva la polizia

Gli agenti del commissariato di polizia di Assisi sono corsi in soccorso del responsabile di una struttura religiosa del centro storico della città

Ubriaco semina il panico in un convento di Assisi. Gli agenti del commissariato di polizia di Assisi sono corsi in soccorso del responsabile di una struttura religiosa del centro storico della città. Un 48enne, di origini pugliesi, ubriaco perso, stava dando in escandescenze, terrorizzando i religiosi. I poliziotti intervenuti raccontano che l'uomo “barcollava ed inveiva contro i presenti formulando frasi incomprensibili ed emanando un forte alito vinoso”.

Alle nove di mattina è già ubriaco: grappa al posto del caffè e insulti ai poliziotti 
Alla guida di un furgone con più alcol che sangue: beccato con un tasso di 3.42


E non è finita qui. Spiega ancora la polizia: “Nonostante i ripetuti tentativi di resistenza, gli agenti del Commissariato riuscivano infine a riportarlo alla calma e, condotto fuori dalla struttura, ad identificarlo per un quarantottenne di origini pugliesi con numerosi precedenti per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, molestie e disturbo alle persone, atti osceni, possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere nonché per insolvenza fraudolenta”.

Il suo curriculum gli è valso negli anni il titolo di “indesiderato” in molti Comuni della Puglia, dell’Umbria, della Toscana e delle Marche con l’emissione a suo carico del foglio di via obbligatorio. 

Drogato e senza patente ruba un'auto, poi si schianta contro il guard rail: denunciato

“Il vagabondo, senza lavoro e senza domicilio – spiega ancora la Questura di Perugia - , da qualche tempo aveva scelto Assisi per stabilirsi trovando rifugio presso alcuni esercizi commerciali della zona o chiedendo ospitalità presso luoghi di culto dai quali, tuttavia, veniva spesso allontanato per il suo abituale smodato consumo di alcool che lo spingeva a tenere condotte inurbane ed illecite”. A carico dell’uomo, multato per ubriachezza molesta, è stato inoltre emesso il provvedimento del Questore di Perugia, Francesco Messina, che gli fa divieto di tornare nel Comune di Assisi per la durata di anni tre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento