Assisi, grande spacciatore di coca: espulso dopo la condanna

Un tunisino di 38 anni era regolare da 10 anni: ma in realtà era tutta una copertura per spacciare la droga. Arrestato nel 2006 era tornato ad Assisi, ma è stato espulso sabato scorso

Proseguono i rimpatri, disposti dal Questore Nicolò D’Angelo, degli stranieri che hanno compiuto gravi reati a Perugia e provincia. Il 2 marzo gli agenti dell’Ufficio Immigrazione hanno proceduto ad espellere un cittadino tunisino S.K. del ’75, da anni regolarmente residente ad Assisi.

Lo straniero aveva “sanato” nel 2002 la propria clandestinità e da allora aveva dimorato ad Assisi dove nel 2006 era stato arrestato dagli agenti del Commissariato con 20 grammi di cocaina e quasi 200 di hashish. Dopo la sua condanna, il Tribunale di Sorveglianza di Campobasso, dove era detenuto, ha aveva disposto, a fine pena, la espulsione dello straniero per pericolosità sociale.

Sabato è stato rintracciato dai Carabinieri di Santa Maria degli Angeli, il suo accompagnamento in Questura da dove nel pomeriggio è partito, “scortato” da due agenti, per un centro espulsione del Sud, da dove verrà rimpatriato nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • L'azienda umbra che batte la crisi: Molini Popolari Riuniti, il fatturato tocca i 67,5 milioni di euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento