menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salvata insieme al bambino dal padre-padrone dopo l'ultimo pestaggio: 47enne denunciato

Così i due sono stati portati d'urgenza in una struttura protetta della provincia di Perugia

La lite tra marito e moglie si trasforma in un attimo in un pestaggio: pugni in faccia e al fianco. Quando i poliziotti sono arrivati nella casa – in una frazione di Assisi – hanno trovato la donna, una 26enne marocchina con una vistosa ecchimosi all'occhio sinistro. La ragazza, ancora sotto shock per l’accaduto, ha raccontato agli agenti di essere stata colpita con dei pugni al volto e al fianco dal marito che, nel frattempo, si era allontanato da casa. In casa il bambino di soli quattro anni. La 26enne è stata soccorsa e portata in ospedale.
 

Dopo qualche giorno i poliziotti hanno convocato la donna in commissariato. La ragazza si è presentata con il bambino e il marito, un 47enne marocchino. Il tutto con una tranquillità disarmante. Ma appena si è seduta in ufficio, con l'uomo fuori dalla porta, ha raccontato tutto. Le violenze, le minacce, le botte, gli insulti. Tutto.

Vista la situazione, gli agenti hanno contattato il Centro antiviolenza e grazie alla sensibilità degli operatori e con il loro sostegno, la donna ha deciso di denunciare l’uomo. Secondo la polizia di Assisi sussiste “concreto pericolo per l’incolumità della madre e del figlio”. Così i due sono stati portati d'urgenza in una struttura protetta della provincia. Una volta che la donna e il piccolo sono stati portati al sicuro, gli agenti hanno informato e denunciato il marito per maltrattamenti. L'uomo era rimasto seduto in sala d'attesa senza rendersi conto di nulla.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento