menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Visita Papa, Francesco dà la linea alla Chiesa: "Camminare insieme e ascoltare il popolo"

"Che cosa c'è di più bello per noi se non camminare con il nostro popolo?": lo ha detto al clero nella cattedrasle di San Rufino. L'importanza di uscire per andare incontro all'altro, nelle periferie, che sono luoghi, ma sono soprattutto persone, situazioni di vita

Ascoltare la Parola di Dio, camminare insieme, annunciare "fino nelle periferie". Sono le tre raccomandazioni che papa Francesco ha fatto al clero e ai religiosi di Assisi durante l'incontro nella cattedrale di San Rufino. "La Chiesa e' questo: la comunità che ascolta con fede e con amore il Signore che parla", ha detto il Papa. Secondo Bergoglio, inoltre, quella di "camminare insieme", cioe' di fare "sinodo", e' "l'esperienza piu' bella che viviamo". 

"Qui penso ancora a voi preti, e lasciate che mi metta anch'io con voi - ha osservato -. Che cosa c'e' di piu' bello per noi se non camminare con il nostro popolo?". "Ma la cosa piu' importante - ha detto ancora il Pontefice - e' camminare insieme, collaborando, aiutandosi a vicenda; chiedersi scusa, riconoscere i propri sbagli e chiedere perdono, ma anche accettare le scuse degli altri perdonando - quanto e' importante questo! Camminare uniti, senza fughe in avanti, senza nostalgie del passato".

In Papa ha infine sottolineato il terzo aspetto, "quello missionario", "un elemento che ho vissuto molto quando ero a Buenos Aires: l'importanza di uscire per andare incontro all'altro, nelle periferie, che sono luoghi, ma sono soprattutto persone, situazioni di vita". "Non abbiate paura di uscire e andare incontro a queste persone, a queste situazioni - ha esortato Bergoglio -. Non lasciatevi bloccare da pregiudizi, da abitudini, rigidita' mentali o pastorali, dal 'si e' sempre fatto cosi'!'".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento