menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assisi, i pendolari dei furti restano a piedi: scoperti, denunciati e auto sequestrata

In poche ore, grazie ad un apparecchio per togliere le placche anti-taccheggio, aveva razziato in diverse boutique. Ma sono stati intercettati a bordo del mezzo segnalato da un negoziante. Clandestini e specializzati nei furti di abbigliamento griffato

Con uno speciale apparecchio per togliere le placche antitaccheggio in poche ore avevano razziato diverse boutique dell'assisano e non solo. Ma durante l'ultimo colpo il proprietario del negozio ha intuito che qualcosa non andava ed ha avvertito i carabinieri fornendo il numero della targa dell'auto - una Audi A 3 - utilizzata dai due "clienti".

Una volta fermato il mezzo gli uomini alle dipendenze del Maggiore Marco Sivori non hanno faticato molto a scoprire che sui sedili posteriori dell’auto ed all’interno del porta bagagli i due la dri - si tratta di due ecuadoregni, clandestini e con diversi precedenti per furto - avevano occultato un cospicuo bottino costituito da capi di abbigliamento di marca: scarpe da ginnastica, giacchetti, felpe, maglioni e t – shirt tutte rigorosamente griffate ancora munite del relativo cartellino.

Le indagini hanno permesso di ritrovare e sequestrare sotto uno dei sedili del mezzo anche il “kit” utilizzato per togliere la placca anti taccheggio. Per i due è scattata la denuncia per furto e ricettazione ma anche il sequestro del veicolo che da ulteriori accertamenti è risultato privo di copertura assicurativa. Il valore della refurtiva recuperata ammonta a svariate migliaia di euro: sono in corso ulteriori accertamenti per verificare se altri supermercati dell’Umbria abbiano subito negli ultimi giorni furti di abbigliamento della stessa fattura di quelli recuperati dall’Arma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento