rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca

Assenteismo all'Asl Umbria 2, prendevano lo stipendio intero svolgendo incarichi in altri enti: condannati due dipendenti

Secondo i giudici contabili avrebbero dovuto chiedere il part-time e ricevere lo stipendio dimezzato come prevede la legge

La Corte dei conti ha condannato due dipendenti dell’Azienda sanitaria locale Umbria 2 a risarcire l’ente per 190mimla euro a causa delle assenze non giustificate in quanto amministratori di aziende partecipate.

La Procura contabile ha citato in giudizio i due dipendenti, difesi dagli avvocati Marco Parmegiano Palmieri, Iolanda Piccinini, Serena Mancini e Alessandro Longo, contestando l’illecito contabile derivante da “prestazione di attività non autorizzabile e percezione del relativo compenso (componente del CDA della società Valle Umbra Servizi s.p.a. tra il 2009 ed il 2012; amministratore unico della società Vus Com S.r.l. tra il 2012”, mancata richiesta del “parti time per tutto il periodo di svolgimento delle predette attività extraistituzionali (ad eccezione del periodo 14 maggio 2012 sino al 12 settembre 2012) e in considerazione della natura impegnativa degli incarichi, con intera percezione del trattamento retributivo e, quindi, senza subire le falcidie” previste dalla legge, assenteismo fraudolento avendo “attestato la propria presenza in servizio nel periodo di svolgimento delle attività extraistituzionali presso le predette società fraudolento”.

Tesi accusatoria fatta propria dai giudici contabili che hanno condannato i due dipendenti al pagamento di un risarcimento di 189.401 e alle spese del giudizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assenteismo all'Asl Umbria 2, prendevano lo stipendio intero svolgendo incarichi in altri enti: condannati due dipendenti

PerugiaToday è in caricamento