Cronaca

Assembramenti a Perugia, dopo l'ordinanza si studia la strategia sanitaria: si va verso il modello Gubbio

Per quanto riguarda controlli e limature dell'ordinanza bisogna aspettare il Comitato per l'Ordine pubblico delle 16

Ieri la lunga chiacchierata, sulla strategia sanitaria da adottare, con il vice-sindaco con delega alla sanità e oggi pomeriggio (alle 16) l'incontro con il Prefetto sia per fare il punto sui controlli, sull'ordinanza che su come arginare il rischio contagio dopo i tristementi famosi - ripresi a livello nazionale - assembramenti di venerdì scorso. Il sindaco Romizi, secondo fonti vicine alla Giunta, è favorevole ad adottare anche a Perugia il protocollo sanitario in corso a Gubbio dove si stanno effettuando test rapidi e tamponi sia alle persone presenti negli assembramenti che a coloro che sono a rischio perchè hanno frequentato certi soggetti a rischio. Il tutto con obbligo di 40entena. Anche per questo sono stati acquisiti i filmati della video-sorveglianza pubblica e di alcuni impianti privati: obiettivo identificare le persone non solo per contestare sanzioni ma anche per identificare E sull'ordinanza invece se ne parlerà con il Prefetto per calibrare i provvedimenti e il potenziamento dei controlli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assembramenti a Perugia, dopo l'ordinanza si studia la strategia sanitaria: si va verso il modello Gubbio

PerugiaToday è in caricamento