menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riprende forza la proposta più bella e difficile: un palio medievale per e dei perugini

Una rievocazione storica che riprenda (edulcorata) la guerra dei Sassi: con rioni ricchi di sfilate, ricerca storica e rilancio delle tradizioni. L'idea è riproposta da Giordano Mangano - presidente associazione Piazza Grimana -. Il Consiglio comunale aveva approvato nel 2011 lo studio....ma fu tutto affossato dai "vip"

C'è voluto come accade da qualche mese a questa parte - da quel 2 settembre data degli Stati Generali sulla Sicurezza in centro - la saggezza (e non la follia come dice qualcuno) di Giordano Mangano, nuovo presidente dell'associazione Piazza Grimana e d'Intorni, per ricordare all'amministrazione comunale quell'impegno preso ma mai portato avanti nell'estate del 2011: ovvero lo studio di una rievocazione storica. Una idea votata a maggioranza in Consiglio comunale e che aveva anche il supporto di diverse associazioni che avevano messo in piedi relazioni e studi storici.

Addirittura c'era già il nome della manifestazione: il Palio  del Grifo e del Leone. Che riprendeva fatti storici e giostre perugine del tempo che fu. Mangano è stato chiaro nel giorno della seconda riunione pubblica dell'associazione: "Il mio grande obiettivo, come perugino e imprenditore del centro storico, è quello di un evento medievale documentato e che sappia riaccendere i cuori e l'orgoglio dei cittadini. Una rievocazione che riprenda la Guerra dei Sassi. Ecco questa è una proposta concreta a cui il Comune deve dare una risposta". 

Un evento storico che porterebbe turismo, darebbe nuova vitalità al centro storico, rimetterebbe in moto l'impegno per la città dei perugini e soprattutto colmerebbe alcuni vuoti in fatto di eventi. E la cosa bella che c'è già tutto pronto o quasi. Ma certi ambienti che contano della politica di Governo  e della cultura perugina hanno già affossato da tempo il progetto bollato di provincialismo. Ma per Mangano sarebbe invece la spinta: "per una nuova cultura veramente europea per la città e il centro storico". Siena e Assisi sono la dimostrazione e non sono certamente provinciali. 

VOTA IL SONDAGGIO DI PERUGIATODAY.IT: SIETE FAVOREVOLI O CONTRARI AD UN PALIO MEDIEVALE A PERUGIA?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento