menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asili Nido aperti ai genitori prima delle iscrizioni: uno su tre resterà senza posto

Il numero complessivo dei posti negli asili nido disponibili è 1.570 con una percentuale di copertura che si attesta sul 43,5%. L'Open Day dal 15 al 22 marzo, mentre le iscrizioni scattano dal 26 marzo

Dal 15 al 22 marzo - dalle 16 alle 19 - i genitori potranno visitare tutte le strutture degli asili nido di Perugia in vista delle iscrizioni - dal 26 marzo - che quest'anno saranno anche telematiche. Un “Open day” per conoscere le strutture della città, i servizi offerti, il metodo educativo, le insegnanti. Per l'anno in corso il Comune ha bloccato i costi delle iscrizioni ed ha aggiunto altri 40 posti in più per alleggerire le liste d'attesa.

“Siamo intervenuti - ha spiegato Monia Ferranti, assessore comunale in quota Sel - per abbattere le liste di attesa e ci siamo riusciti, anche andando in controtendenza rispetto al dato nazionale, mettendo a disposizione della comunità ulteriori 40 posti. Nella presa in cura del bambino, l’Amministrazione comunale non ha pensato solo a una migliore formazione per le educatrici, ma anche al sostegno dei genitori, per garantire una infanzia più serena ed equilibrata al bambino, senza costi aggiuntivi a carico delle famiglie. Il Comune di Perugia ha, in definitiva, portato avanti azioni e politiche a tutto campo sui servizi educativi, con uno sguardo attento verso i cambiamenti sociali ed economici che sono in atto”.

LISTA ASILI APERTI: GIORNI, ORARI E LUOGHI 

In particolare, l’assessore ha fatto riferimento al fenomeno della rinuncia al posto nido, “segno di una oggettiva difficoltà economica o lavorativa delle famiglie (seppur inferiore al livello nazionale). E’ a questi cambiamenti che la prossima legislatura dovrà dare risposte. Penso a una diversa sostenibilità economica del Comune al Servizio e al possibile recupero e rientro delle famiglie dentro i Servizi”. L’assessore, sollecitata dai giornalisti, ha anche parlato di edilizia scolastica e del plesso di Mugnano indicato come prioritario nell’ambito della richiesta fatta dal presidente del Consiglio Renzi sulle scuole da riparare.

LE STRUTTURE EDUCATIVE PUBBLICHE E PRIVATE NEL TERRITORIO PERUGINO:

42 nidi d’infanzia di cui 1 aziendale;
2 centri per bambine e bambini;
2 centri per bambine e famiglie;
6 nidi familiari;
7 sezioni primavera;
7 spazi gioco.
Il numero complessivo dei posti negli asili nido disponibili è 1.570 con una percentuale di copertura che si attesta sul 43,5%. Questo dato sarebbe molto significativo se non si registrasse un calo della domanda soprattutto nel privato (170 posti liberi sui 762 disponibili, 22%). Anche nei servizi pubblici, seppure in modo meno significativo, la crisi ha prodotto modifiche della domanda. Graduatoria di aprile: domande presentate 736, a oggi ci sono state 279 rinunce (227 prima dell’inserimento e 52 dopo); attualmente permangono in lista di attesa 82 famiglie ma in 9 strutture la graduatoria si è esaurita per cui a gennaio è stata predisposta un’altra graduatoria con le domande arrivate fuori termine che sono state 74; di queste, sono stati assegnati 20 posti, ma 12 hanno rinunciato. Sono aumentate le rette 0, è aumentata la morosità (+10% dello scorso anno educativo) pur avendo il Comune mantenuto invariato il sistema delle rette.

E’ stato stipulato un accordo con i gestori dei nidi privati autorizzati del territorio comunale che hanno messo a disposizione dell’utenza inserita nella lista d’attesa comunale alcuni posti a tariffa agevolata (sono solo 8 le famiglie che hanno utilizzato l’opzione). Con un protocollo d’intesa fra Comune e Associazione culturale pediatri Umbria l’Amministrazione comunale sta promuovendo i progetti NpL (nati per leggere) e NpM (nati per la musica). Primo intervento attuato: formazione specifica per il personale educativo; secondo intervento in corso: incontri dei pediatri su tematiche relative alla salute e al benessere.

Un altro protocollo d’intesa ha riguardato il Comune di Perugia e la Croce Rossa Italiana per la formazione sulle manovre di disostruzione pediatrica; partono a fine marzo gli incontri con le famiglie, da settembre verrà attivata la formazione del personale; In accordo con l’U.O. Servizi sociali è stato elaborato il progetto “cantieri di genitorialità solidale” che consentirà di promuovere azioni di cittadinanza attiva. Infine, diverse le azioni attivate all’interno del coordinamento di rete: formazione congiunta pubblico privato ; scambi pedagogici (incontri fra servizi pubblici e privati del territorio); riflessione sui progetti educativi (individuazione degli assi portanti del progetto a cui tutti i servizi dovranno attenersi per la compilazione); gruppi di approfondimento su: strumenti dell’educatore e attività ed esperienze dei bambini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento