Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Art Bonus, scelti i monumenti da restaurare che ricordano la storia di Perugia

Si tratta della Pietra della Giustizia, il cippo che ricorda i Caduti nella Grande Guerra e il monumento ai patrioti del XX Giugno

La giunta comunale ha individuato il  Monumento ai Caduti del Cimitero Monumentale di Perugia, il Monumento ai Caduti del XX Giugno 1859 dinanzi ai Giardini del Frontone e la Pietra della Giustizia esposta all’interno della sala del Consiglio comunale quali nuovi monumenti cittadini da inserire nell’elenco dei beni Art Bonus 2021.

I tre monumenti entreranno, dunque, a far parte della lista di quei beni che potranno essere restaurati grazie al credito d'imposta del 65% di cui beneficiano le erogazioni liberali in denaro che siano investite per il recupero del patrimonio culturale.

Inaugurato il 20 giugno del 1875 per celebrare i caduti del 20 giugno 1859 e del 14 settembre 1860, il Monumento ai Caduti nel cimitero monumentale necessita di un intervento di generale ripulitura e riqualificazione, per un investimento complessivo previsto di 3.500. Di 2.500 euro, invece, l’investimento per il restauro della Pietra della giustizia di Perugia, uno dei documenti più antichi e significativi del Comune, al punto da essere scritto sulla pietra ed esposto perennemente sulla piazza principale della città. Attualmente, la pietra collocata sotto le Logge di Braccio è una copia, mentre l’epigrafe originale è, come detto, collocata all’interno della Sala del Consiglio comunale.

Il Monumento ai caduti del XX giugno 1859, infine, fu eretto a ricordo delle stragi del 1859 in occasione del cinquantenario, nel 1909. Il generale stato di degrado anche strutturale del monumento e la sua composizione in materiale bronzeo e lapideo richiedono un complesso lavoro di restauro per un importo stimato di 95.800 euro.

Restano, invece, da finanziare il monumento al Perugino (Art Bonus 2016, 68mila euro l’investimento richiesto), la Fontanella del Piscinello (Art Bonus 2016, spesa prevista 18.400, 00 euro), l’Acquedotto medievale (Art Bonus 2016, 500mila euro), l’Arco della Mandorla (Art Bonus 2016, 206mila euro), Porta della Conca (300mila euro), il Portone dell’ex Convento di Monteluce (Art Bonus 2017, 26mila euro), il portone della Biblioteca di San Matteo degli Armeni (2.700 euro) e i portantini lignei della medesima biblioteca (2.000 euro), l’affresco del Palazzo di Giustizia (Art Bonus 2017, 26mila euro di spesa prevista), l’Arco di Porta Pesa (110mila euro), il Monumento ai Caduti di San Martino in campo (Art Bonus 2018, 100mila euro), le Fontanacce di Fratticiola Selvatica (40mila euro), il Monumento ai Caduti di Castel del Piano (Art Bonus 2019, 6mila euro).

Per effettuare la donazione è possibile sia tramite bonifico bancario a favore del Comune di Perugia sia online attraverso la piattaforma regionale PagoUmbria, specificando nella causale “ART BONUS e il nome del bene da finanziare”, con indicazione anche del codice fiscale del donatore.

Ulteriori informazioni possono essere reperite qui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Art Bonus, scelti i monumenti da restaurare che ricordano la storia di Perugia

PerugiaToday è in caricamento