rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca Fontivegge / Largo dei Baci

Sicurezza, aveva accoltellato un uomo: arrestato

La polizia ha tratto in arresto un ragazzo tunisino di 22 anni rintracciato a piazza del Bacio e accusato di aver accoltellato un connazionale. Per lui si parla di tentato omicidio

Nella serata del 19 gennaio un giovane tunisino veniva rintracciato da personale della Squadra Volante in questa via Fabretti, angolo Via del Liceo, ferito sul fianco sinistro.

Il magrhebino dichiarava nell’immediatezza di essere stato accoltellato da un connazionale conosciuto con il nome di “Bilel”.
A confermare tale versione, sul posto, operanti della Volante identificavano un altro giovane tunisino che aveva assistito ai fatti e riferiva che l’evento delittuoso era originato in Piazza Grimana dove la vittima era stata accerchiato da sei/sette nordafricani e che uno di questi, “Bilel”, lo  aveva accoltellato al torace.

L’accoltellato veniva quindi soccorso da personale sanitario e ricoverato presso il reparto di chirurgia toracica. Il 20 gennaio, la Squadra Mobile si recava in ospedale per raccogliere le dichiarazioni della parte offesa. Nella descrizione fornita dall’autore del reato diceva che l’accoltellatore, conosciuto con il nome di “Bilel”, al momento dell’aggressione calzava un cappello di lana e che lo aveva incontrato presso il carcere di Capanne.

Grazie alle informazioni fornite, l’accoltellatore veniva identificato e poi riconosciuto senza ombra di dubbio nelle foto segnaletiche, risalendo a M.A. tratto in arresto proprio dalla II° sezione della Mobile il 13 dicembre 2010 per il reato di spaccio in concorso con altro suo connazionale.

Anche la vittima, peraltro, era stato arrestato per reati inerenti gli stupefacenti, il 10 marzo 2011 e scarcerato in data 5 gennaio 2012.

M.A veniva ricercato nei giorni successivi finchè, lunedì pomeriggio viene rintracciato e bloccato nella zona dell’Ottagono da due pattuglie della Squadra Mobile. Del fermo veniva data comunicazione al Sost. Proc. Dr. Formisano che disponeva la traduzione presso il carcere di Capanne.

Il reato contestato è tentato omicidio mediante con arma da taglio e M.A. rischia fino a quattordici anni di reclusione.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, aveva accoltellato un uomo: arrestato

PerugiaToday è in caricamento