Cronaca Fontivegge / Via dei Filosofi

Via dei Filosofi, spaccio al Parco Sant'Anna: 4 arresti

Smantellata dalla polizia una banda di spacciatori tunisini che operavano al Parco di Sant'Anna, nei pressi di via dei Filosofi. In tutto sono finiti in mantette 4 persone

La seconda Sezione Criminalità Diffusa della Squadra Mobile con il decisivo aiuto, nelle fasi operative, del Reparto Prevenzione Crimine che opera nella città da qualche settimana, ha arrestato una banda di spacciatori tuninisini che agivano al Parco Sant'Anna, tra Piazzale Europa e via dei Filosofi.

Si tratta di B.R. nato il 14 maggio 1984, L.S.K. nato il 2 aprile 1987, N.M. Z. nato il 17 luglio 1978 S. E. nato il 22 marzo 1983: tutti di origine tunisina.

L'attività sospetta del gruppo è stata oggetto di una segnalazione dei residenti di Via dei Filosofi, che si lamentavano per la presenza di spacciatori ed assuntori che si incontrano, appunto, presso il Parco, sottratto così alla normale fruibilità da parte dei cittadini.

Si fa presente che l’indagine è scaturita a seguito dell’arresto di altri cittadini magrebini, i già noti HANNACHI Nizar, KAIRE Nawi e JENDOUBI Taher. Nell’ambito di tale procedimento, su delega del titolare Sost. Proc. Cicchella, venivano escusse a S.I. alcuni clienti dei tre magrebini, i quali riferivano che, a seguito dell’arresto dei tre spacciatori, avevano iniziato a rifornirsi ad altri magrebini indicati come “Willy” e “Kabora”, di cui fornivano le utenze “di spaccio” che venivano sottoposte ad intercettazione.

Dal tenore delle conversazioni intercettate è subito emersa una fervente attività di spaccio verso numerosi clienti italiani ed anche in contatto con altri complici connazionali.Tali attività di spaccio, per come monitorato, avvenivano nelle zone di Ferro di Cavallo, della Pallotta (Centro Bambagioni), Parco S. Anna, quest’ultimo teatro dell’intervento risolutivo.

L’attività operativa preliminare

Qualche giorno fa, a seguito dell’ascolto delle conversazioni intercettate, gli agenti apprendevano di un incontro a breve nella zona di Ferro di Cavallo tra lo spacciatore monitorato ed un ragazzo. Sul posto si procedeva al rintraccio del cliente il quale, all’atto del controllo, consegnava spontaneamente una dose di 1 grammo di eroina.

Lo stesso, riferiva di aver contattato sull’utenza monitorata un magrebino conosciuto come “Willy” il quale, dopo averlo raggiunto lo invitava a seguirlo nella vicina Via delle Caravelle dove, attraverso il finestrino dell’auto, gli cedeva la dose dietro pagamento di 45 Euro.
Il cliente, inoltre, riferiva di aver conosciuto “Willy” tempo fa, e che questi spacciava in fondo a Via Settevalli e lo riconosceva, a seguito di individuazione, nel B.R.

Le incessanti ricerche condotte dagli equipaggi della Squadra Mobile, non consentivano l’immediata individuazione bisognava attendere fasi successive, in cui lo spacciatore si spostava all’interno del parco di S. Anna.

Sempre dall’ascolto delle conversazioni intercettate, l’utilizzatore del telefono concordava un appuntamento con un altro cliente italiano che si portava nel parco e veniva fermato: all’atto del controllo consegnava agli operanti 6 grammi di eroina in altrettanti  involucri, poco prima acquistati da altro magrebino che indicava sempre nel B.R. (alias Willy).


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via dei Filosofi, spaccio al Parco Sant'Anna: 4 arresti

PerugiaToday è in caricamento