rotate-mobile
Cronaca Umbertide

Giovanissimo ucciso da una overdose di droga: in manette presunto spacciatore killer

Arrestato a Umbertide dai carabinieri. Secondo le indagini sarebbe stato lo spacciatore del 19enne ritrovato senza vita all'interno della cantina della sua abitazione

E' stato ritrovato ormai senza vita all'interno della sua abitazione a Sansepolcro, un giovane di origini marocchinedi appena 19 anni. La tragedia, accaduta qualche giorno fa al confine con l'Umbria, ha portato all'arresto di un 21enne albanese con l'accusa di aver venduto la dose killer alla vittima. La pista  ipotizzata dagli inquirenti è stata quella di una probabile overdose che ha stroncato la giovane vita di E.G., queste le iniziali del suo nome. L'albanese arrestato a Umbertide, sarebbe dunque colui che avrebbe venduto l'ultima dose al 19enne, e  la procura di Arezzo, che sta coordinando le indagini, ha  aperto un fascicolo per l'ipotesi di reato "per morte o lesioni in conseguenza di altro delitto". I carabinieri, dopo aver avviato le indagini, si sono subito diretti verso gli ambienti di spaccio del capoluogo biturgense, fino al fermo del presunto responsabile. I militari sono riusciti ad accertare l'attività di spaccio dell'indagato a Umbertide. Il 21enne è stato portato a Capanne a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanissimo ucciso da una overdose di droga: in manette presunto spacciatore killer

PerugiaToday è in caricamento