rotate-mobile
Cronaca

"Tu hai un amante", pesta a sangue la moglie e picchia i poliziotti: è già libero

Follia nella periferia della città: l'uomo, completamente ubriaco, ha preso a pugni in faccia la donna e aggredito i poliziotti

Una furia. Un intervento delle Volanti di Perugia per violenza in famiglia si conclude con l’arresto del marito manesco. “Nel primo pomeriggio – spiega la Polizia -  una donna chiama gli agenti. I poliziotti corrono a casa sua e la trovano nel cortile di casa, nella periferia cittadina,  con il viso tumefatto e sanguinante”.

Tutto è nato dalla discussione “per una relazione extraconiugale del marito”. E, prosegue la ricostruzione degli agenti della Questura di Perugia, “la donna continuava il racconto specificando che lui, visibilmente in stato di ebbrezza alcolica, risentito dai rimproveri della moglie, la aggrediva brutalmente con dei pugni sul volto noncurante della presenza della figlia”. La donna è riuscita ad uscire di casa e a chiamare la Polizia. Gli agenti provano ad entrare nell’abitazione. Bussano e bussano. Alla fine l’uomo decide di aprire. E’ ubriaco e intima ai poliziotti di “farsi i fatti loro”.


I poliziotti gli chiedono di fornire le proprie generalità o un documento ma l’uomo, per tutta risposta, prima tenta di chiudere la porta spingendo con delle manate gli operatori, poi li aggredisce con calci, pugni e manate nella speranza di potersi creare un varco e scappare. Gli agenti lo bloccano con immane fatica. L’uomo continua a scalciare e a dimenarsi. Anche in Questura. L’uomo è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per rifiuto a fornire le proprie generalità e lesioni . La donna è stata soccorsa e medicata. Il processo per direttissima si è concluso con la condanna a nove mesi di reclusione con pena sospesa e rimesso in libertà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tu hai un amante", pesta a sangue la moglie e picchia i poliziotti: è già libero

PerugiaToday è in caricamento