rotate-mobile
Cronaca

Due anni di carcere per furto di autoradio: la Romania fa arrestare un latitante a Perugia

Il giovane si era integrato e lavorava ma le leggi del suo Paese sono molto severe e inflessibili. E così è stato arrestato e pronto per essere inviato in Romania per scontare oltre 700 giorni in carcere per aver collaborato ad un furto. Otto anni addirittura al suo capo

Due anni per un furto di una autoradio all'interno di un'automobile. Ovviamente non è condanna di un Truibunale di Perugia o italiano in genere. Ma è stata emessa dai magistrati della Romania dove il furto è una cosa seria e viene pesantemente perseguito. Basti pensare che i due anni sono stati inflitti ad un romeno, ora residente a Perugia e con tanto di lavoro regolare, solo per essere stato complice e non l'autore materiale che invece si è beccato 8 anni anche per via dei precedenti penali. Pene severe che spingono molti romeni a fuggire dal loro Paese in direzione Italia e altri Paesi Europei per evitare di andare in carcere o per correre meno pericoli se vogliono continuare la loro carriera criminale. 

Va sottolineato che il ragazzo - arrestato per un ordine internazionale dalla Squadra Mobile -, una volta giunto a Perugia, non aveva mai avuto problemi con la giustizia e conduceva una vita retta e regolare, lavorando in virtù di un contratto di “collaborazione esterna” con una società perugina che eroga prodotti e servizi attraverso l’impiego di venditori “porta a porta” e guadagnandosi anche la stima dei responsabili della società per le sue capacità professionali nel settore.

Ma la Romania ha preteso di portarlo in carcere e così dovrà scontare una pena detentiva di due anni. In Italia al massimo avrebbe avuto una multa da pagare e la pena sospesa con tanto di ritorno in libertà seppur con la fedina penale sporca. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due anni di carcere per furto di autoradio: la Romania fa arrestare un latitante a Perugia

PerugiaToday è in caricamento