rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Cronaca

Auto in fuga sulla Corcianese, due fermati dalla Polizia dopo inseguimento e armi spianate

Due le persone fatte scendere da un'automobile e portate in Questura: avevano appena derubato una signora al cimitero di Ponte della Pietra

Inseguimento, con tanto di armi spianate, questa mattina a Corciano, nei pressi di un concessionario di auto.

La Polizia ha effettuato un inseguimento di una Fiat Panda di colore grigio, forse appena rubata nel parcheggio di un'attività commerciale.

Due le Volanti intervenute sul posto, una delle quali ha speronato l'auto in fuga, dalla quale sono state tratte fuori due persone e portate in Questura. Gli agenti sono stati visti operare con le armi in pugno.

Il feramto, e poi arrestato, è un ragazzo di 20 anni, accusato di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale In auto con lui anche il fratello, minorenne, indagato per i medesimi reati in concorso.

I poliziotti hanno intercettato l'auto, segnalata come rubata, vicino all’ospedale Santa Maria della Misericordia. Il conducente, alla vista della pattuglia della Polizia di Stato ha accelerato la marcia, dandosi alla fuga.

Ne è scaturito un lungo inseguimento, creando pericolo per i passanti e gli automobilisti, fino alla zona industriale tra Ellera e Corciano, dove il 20enne ha perso il controllo del veicolo che, poco dopo, ha arrestato la marcia sulla carreggiata.

Gli agenti, a quel punto, hanno subito bloccato il conducente e il passeggero che, dopo essere stati contenuti in sicurezza, sono stati identificati e sottoposti a perquisizione, poi estesa anche al veicolo, che ha dato esito positivo.

Infatti, all’interno dell’utilitaria, sotto il sedile, gli operatori hanno trovato una borsa con all’interno dei documenti, denaro e un telefono cellulare appartenenti ad una signora che, qualche istante prima, era stata derubata della sua borsa nei pressi del parcheggio del cimitero di Ponte della Pietra.

Accompagnati in questura, al termine delle attività di rito, il 20enne è stato arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e furto aggravato e denunciato per il furto dell’automobile e portato a Capanne. Il fratello è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e furto aggravato in concorso.

L’auto e la borsa, con il resto della refurtiva, invece, sono state restituite ai legittimi proprietari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto in fuga sulla Corcianese, due fermati dalla Polizia dopo inseguimento e armi spianate

PerugiaToday è in caricamento