Cronaca Fontivegge / Via XX Settembre

Via XX settembre, suona i citofoni ubriaco e aggredisce agenti: arrestato

Venerdì notte le "Volanti" hanno arrestato un cittadino colombiano per i reati di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, dopo varie segnalazioni al 113

Dopo diverse chiamate al 113, che segnalavano in via XX Settembre una persona che suonava insistentemente a diversi citofoni per poi in seguito cadere rovinosamente a terra, la “Volante” giunta sul posto rintracciava il soggetto in questione, un sudamericano di circa vent’anni, notando subito l’abuso di alcool a causa del forte alito vinoso.

Gli agenti lo aiutavano a rialzarsi e poi, dopo essersi sincerati che non aveva bisogno delle cure del 118 lo conducevano in Questura per gli accertamenti identificativi del caso, dal momento che era sprovvisto di documenti. Emergeva in seguito che il sudamericano in questione era G. T. D. A., colombiano ventiquattrenne in regola col permesso di soggiorno, e gli agenti, decidevano di accompagnarlo a casa per sincerarsi che durante il tragitto non incorresse in ulteriori disavventure.

G.T.D.A. però non appena l’autovettura di servizio si fermava sotto casa sua, nei pressi di Borgo XX Giugno, ed uno dei poliziotti verificava che le chiavi in suo possesso fossero effettivamente relative a quell’abitazione da lui indicata, iniziava inspiegabilmente a darsi alla fuga dopo aver spintonato gli operatori.

Raggiunto dopo poco dai due poliziotti, si accaniva inspiegabilmente contro uno di loro colpendolo con pugni al volto e causandogli delle ferite. La breve colluttazione terminava comunque con l’immobilizzazione del giovane sudamericano che quindi veniva tratto in arresto per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Informato dell’accaduto il p.m. di turno ha disposto nei suoi confronti per la giornata odierna la celebrazione del giudizio direttissimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via XX settembre, suona i citofoni ubriaco e aggredisce agenti: arrestato

PerugiaToday è in caricamento