rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Filmini a luci rosse girati in caserma e adescamento di minore: carabiniere inchiodato dai video

Il militare, difeso dall'avvocato Nicola Di Mario, verrà interrogato nei prossimi giorni dal gip Alberto Avenoso

Una vicenda dai risvolti oscuri e ancora, in parte, tutta da chiarire. Ma quei video sembrerebbero mettere con le spalle al muro il carabiniere (S.T., le iniziali) della provincia di Perugia finito in mezzo a un'indagine coordinata dal pm Michele Adragna. In base alle prime indiscrezioni, apparse oggi su l'edizione cartacea de “La Nazione”, il militare sarebbe stato trovato in possesso di video che lo ritraggono in atteggiamenti sessuali con una prostituta all'interno della caserma dove prestava servizio.

Ma la vicenda non finisce qui. A finire in mezzo a questa torbida storia anche una minorenne che avrebbe denunciato il 52enne per un adescamento. L'uomo, stando a quanto raccontato dalla ragazzina, le avrebbe promesso un ingresso “facilitato” nel mondo della moda, ma in cambio la giovane avrebbe dovuto alzare la maglietta. Vittima del militare, stando sempre a quanto accertato dalla Procura di Perugia, anche una ragazza con un ritardo cognitivo. Il carabiniere le avrebbe promesso soldi faci in cambio della diffusione di video hard effettuati da lui.

Adesso si valuta la sospensione dell'uomo dall'Arma dei carabinieri. Il carabinieri si trova ai domiciliari. Il militare, difeso dall'avvocato Nicola Di Mario, verrà interrogato nei prossimi giorni dal gip Alberto Avenoso.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Filmini a luci rosse girati in caserma e adescamento di minore: carabiniere inchiodato dai video

PerugiaToday è in caricamento