rotate-mobile
Cronaca Città di Castello

Tirato fuori dall'auto e colpito con una bottiglia e derubato: arrestati due rapinatori

Città di Castello, identificati e messi ai domiciliari con il braccialetto elettronico

Gli agenti del Commissariato di Città di Castello ha dato eseguito la misura cautelare degli arresti domiciliari, con applicazione del braccialetto elettronico, a carico di un tunisino di 24 anni e di un macedone di 20 anni, accusati del reato di rapina e lesioni personali aggravate in concorso.

I due uomini avrebbero avvicinato una persona che si trovava in auto e dopo averlo trascinato fuori dal veicolo con la forza e averlo colpito con una bottiglia di vetro alla testa, gli avrebbero sottratto la somma di 10 euro e un pacchetto di sigarette per poi darsi alla fuga. Un terzo complice è al momento sconosciuto. La vittima aveva riportato delle lesioni personali giudicate guaribili in 8 giorni.

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Perugia, ritenendo sussistenti i gravi indizi di colpevolezza ha emesso nei loro confronti un'ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, con monitoraggio degli stessi mediante strumenti di controllo elettronico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirato fuori dall'auto e colpito con una bottiglia e derubato: arrestati due rapinatori

PerugiaToday è in caricamento