menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scoperto clan di grossisti della coca: la droga nei pacchetti di caramelle

La Squadra Mobile di Perugia ha scoperto un rifornimento di droga che da Salerno arrivava a Perugia ed era gestito da 4 albanesi pregiudicati. Sequestri in due appartamenti in via Sicilia e in via Gallenga

Un altro duro colpo è stato inferto ai clan della droga a Perugia. Gli agenti della Squadra Mobile hanno smantellato un vero e proprio piccolo sodalizio criminale interamente costituito da pregiudicati albanesi (due uomini e due donne) che si muovevano nelle zone di Via Sicilia – Via Del Macello – Ottagono – Via Gallenga.

Il piccolo clan si era specializzato nella vendita di “cocaina”: rifornimento a Salerno e poi vendita direttamente ad alcuni pusher "venditori al dettaglio" nordafricani. Gli agenti della Narcotici, diretti dal Dott. Marco Chiacchiera e coordinati operativamente dall’Ispettore Capo Rita Ficarra, anche grazie a numerose segnalazioni dei residenti della zona, hanno seguito e monitorato tutti gli spostamenti di alcuni soggetti, alcuni dei quali, come si scoprirà, risultano essere dei volti nuovi nella zona, essendo residenti in Campania.

Due di loro, un uomo ed una donna in particolare, viaggiano a bordo di una Mercedes classe A di colore grigio e si muovono in zona Via Sicilia in maniera sospetta, perciò sono stati fermati, identificati e controllati. Uno dei fermati, KLOSI Nerim, aveva nella tasca dei bermuda un consistente involucro in cellophane al cui interno, più di 50 grammi di “cocaina” pronta da introdurre sul mercato al dettaglio perugino.

La seconda parte dell’operazione è scattata quando è stato trovato l'appartamento dove si appoaggiavano la coppia in via Sicilia: all'interno di un pacchetto di caramelle mentos sono stati trovati quasi 10 grammi, sequestrati anche 2200 provento dell’attività di spaccio. Gli agenti hanno deciso di visitare anche l'appartamento di una ragazza albanese che aveva rapporti con i pregiudicati. E infatti in Via Gallenga è stato trovato un bilancino di precisione che dimostra l'attività criminale dei quattro.

All’esito di tutta quest’attività, KLOSI Nerim, pluripregiudicato per la violazione delle norme sull’immigrazione clandestina ed in materia di stupefacenti, viene tratto in arresto in flagranza di reato ai sensi del’art. 73 del DPR. 309 del 1990 e trattenuto presso le celle di sicurezza della Questura per la successiva sottoposizione al rito direttissimo, a disposizione del Sost. Proc. di turno Dott.ssa Manuela COMODI, mentre per gli altri tre connazionali una segnalazione a piede libero per il medesimo reato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento