Cronaca

Furti e razzie in tabaccheria: preso l'ultimo componente della banda di ladri di auto e "gratta e vinci"

Uno dei ladri era rimasto ucciso in un conflitto a fuoco con i Carabinieri dopo un colpo a Ponte Felcino

È stato arrestato al confine tra la Bulgaria e la Macedonia del Nord un albanese di 28 anni, colpito da mandato di arresto europeo emesso dalla Procura Generale di Perugia per una serie di furti ai danni di alcune tabaccherie di Ponte Felcino, Città di Castello, Lisciano Niccone, Pierantonio, Torgiano, Bastia, Ponte Pattoli, Gualdo Tadino.

Il ricercato era uno dei componenti della banda, composta da quattro persone di nazionalità albanese specializzata in furti per i quali venivano utilizzate auto di grossa cilindrata, alle quali erano applicate targhe rubate da altri veicoli alcuni giorni prima. L’attività criminale ha permesso ai malviventi di impossessarsi di numerosi ‘gratta e vinci’, tabacchi e contanti per un valore di oltre centomila euro.

Uno dei colpi messi a segno dalla banda, ai danni di una tabaccheria di Ponte Felcino il 4 ottobre 2018, aveva avuto un esito drammatico, in quanto al termine di una sparatoria con i carabinieri uno dei criminali era rimasto ucciso e abbandonato dai complici all’interno di un’Audi A6. Dopo tre anni di processo, il gip di Perugia ha riconosciuto la legittima difesa e ha assolto i due militari e la guardia giurata intervenuti sul posto.

L’attività investigativa svolta dall’Ufficio SDI della Procura Generale, in collaborazione con il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, ha permesso l’arresto dell’ultimo componente del sodalizio criminoso, che utilizzava una falsa identità, presso Gyueshevo in Bulgaria.

L’uomo, che dovrà scontare una pena di sei anni e sei mesi di reclusione, è ora in attesa di essere estradato in Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti e razzie in tabaccheria: preso l'ultimo componente della banda di ladri di auto e "gratta e vinci"
PerugiaToday è in caricamento