menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Arconi, cantiere a tutto gas: petizione e lavori a tamburo battente

“Quegli Arconi non vanno snaturati. Un bene storico-archeologico di tale importanza non si tocca. Fermiamo lo scempio!”. Perugia lo ha ripetuto fino allo sfinimento. E stavolta non è questione di schieramenti politici o di appartenenze ideologiche: in città risuona un coro (quasi) unanime di no.

L’iniziativa promossa alla Vaccara da primo Tenca e dalla Società di Mutuo Soccorso è stata ampia e partecipata. Concordi le conclusioni. La petizione online è partita e, sulla piattaforma change.org, ha raggiunto una moltitudine di persone. L’iniziativa muove da associazioni, esperti, intellettuali, persuasi che bisogni fermarsi un attimo a riflettere, prima di proseguire nella (cattiva) strada intrapresa.

Ma i fatti smentiscono le illusioni. Se è vero che – come si vede dallo scatto effettuato sabato scorso – i lavori procedono a tamburo battente. Sembra, anzi, che la petizione – anziché gettare sabbia tra gli ingranaggi – abbia funzionato da propellente. Nella mattinata di sabato (giorno in cui i cantieri generalmente sono chiusi) una squadra di edili operava fittamente agli Arconi: intonacavano alcune delle innumerevoli colonne che punteggiano e sorreggono gli aggetti esterni, o “tavolini”. Sembra quasi che si abbia fretta di nascondere il cemento con le finiture in materiali che ne copriranno una buona parte. Si dice che a pensar male si fa peccato… ma si indovina quasi sempre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento