menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una cabina di regia per il settore zootecnico, Perugia dice sì all'idea Renda-Lupatelli

Approvato l'atto che impegna l'Amministrazione a promuovere i prodotti della filiera locale per sostenere il settore, punto strategico dell'economia umbra

La cabina di regia per la zootecnia a seguito dell’emergenza Covid-19 si farà: è stato infatti approvato dal Consiglio comunale di Perugia l'ordine del giorno presentato dai consiglieri Renda (Blu) e Lupatelli (FDI) relativo a questo tema.

Nella nostra regione, il settore zootecnico rappresenta oltre il 40% della produzione lorda vendibile agricola, rivestendo un ruolo cruciale nell'economia umbra. Le misure di contenimento imposte dallo stato di emergenza sanitaria nazionale, sebbene non abbiano fermato del tutto le imprese di questo settore, hanno infatti ridotto la produzione. Un esempio fra tutti, il fatto che il prezzo del latte è in calo, ma spesso i caseifici si rifiutano di ritirare il latte ovino, mettendo in seria difficoltà gli allevatori. Oppure ricordiamo che i macellai hanno ridotto gli acquisti per evitare di avere merce invenduta, in quanto la clientela in circolazione è diminuita (problema al quale non si è riusciti ad ovviare nemmeno con la consegna a domicilio, data l'alta reperibilità di questo tipo di merce).

Continuando in questa direzione, i prezzi delle carni hanno ad esempio subito un forte calo, perdendo circa un 25% del proprio valore, mentre di contro sono aumentati i costi per l’alimentazione degli animali a causa degli aumenti delle materie prime (che in alcuni casi come la soia hanno toccato anche il 25%).
Appare chiaro, dunque, come le aziende del settore zootecnico stiano lavorando costantemente in perdita e che
la situazione di crisi senza precedenti merita l'attenzione di tutta la comunità, data l'importanza strategica di questo settore per l'Umbria (basti pensare alla fama della norcineria umbra anche all'estero).

Che cosa accadrà

Tra le azioni proposte e approvate con l'ordine del giorno comunale, ci sarà l'impegno dell’Amministrazione a favorire una campagna per il consumo di prodotti a km zero, intervenendo anche nella grande
distribuzione affinché siano presenti i prodotti delle filiere locali; verrà incoraggiato il consumo del latte e dei derivati di produzione locale nelle mense a gestione pubblica (come ospedali, caserme, convitti, carceri, scuole) e favorendone la promozione e la diffusione nelle strutture ricettive; verrà creata una cabina di regia con i sindaci dei comuni umbri per individuare strategie utili alla tutela del settore zootecnico.

L’atto è stato approvato senza ulteriore dibattito con 21 voti a favore (maggioranza e M5S) e 9 astensioni delle liste di opposizione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento