Spoleto, Ronconi: "Mettere in sicurezza il Ponte delle Torri"

Appello del capogruppo dell'Udc in provincia di Perugia, Ronconi per la messa in sicurezza del Ponte delle Torri a Spoleto, troppe volte al centro della cronaca per gesti drammatici

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PerugiaToday

In una nota del Capogruppo dell'Udc in Consiglio Provinciale Maurizio Ronconi affronta il tema, piuttosto ricorrente, dei suicidi dal Ponte delle Torri di Spoleto: "Se è condivisibile che finalmente qualcuno impegnato nelle istituzioni si preoccupi della sicurezza del Ponte delle Torri proponendo avvisi ed esponendo numeri telefonici di associazioni di assistenza, nella pratica non si va ancora al di là delle buone intenzioni e non si affronta con determinazione un problema che pure solo ora inizia ad essere recepito".

Barriere psicologiche e fisiche- "La Sovraintendenza, la Regione, l’Amministrazione comunale- continua il rappresentante dell'Udc-  hanno il dovere di mettere in sicurezza il monumento per evitare gesti drammatici. Anzi, se possibile, la proposta avanzata rischia di “incentivare” ancora di più quello che invece si vuole evitare e lo si ottiene solo non con barriere psicologiche con barriere fisiche”.

 

Torna su
PerugiaToday è in caricamento