Amanda Knox torna a Perugia: "Voglio fare i conti con le mie paure"

La giovane statunitense al centro della vicenda giudiziaria sull'omicidio di Meredith Kercher lo ha annunciato ai microfoni del festival "True crime"

“Voglio tornare a Perugia e affrontare le mie paure”. Amanda Knox spara a palle incatenate il suo messaggio, affidandolo ai microfoni del festival “True Crime” di New York. Poi, però, si pone la domanda: chissà come reagiranno gli italiani al mio arrivo a Perugia.

Amanda Knox fu arrestata e condannata per l’omicidio di Meredith Kercher. Dopo quattro anni in cella, però, venne assolta, condannata nuovamente e, infine, assolta. Ormai era volata al sicuro negli Stati Uniti. L’unico condannato per l’omicidio della studentessa inglese è stato Rudy Guede a 16 anni di reclusione per omicidio in concorso.

A dodici anni da quell’evento la giovane statunitensi ha annunciato di voler fare i conti con le proprie paure: "So che devo tornare, mi sto preparando per questo. Bisogna affrontare le proprie paure se si vuole guarire e, nel mio caso, la cosa che più mi terrorizza è tornare in Italia. So che devo farlo e lo farò, anche se mi fa davvero paura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento