menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'altra vittima nella rete: canoa pagata e mai ricevuta, denunciati due uomini per truffa aggravata in concorso

Prima gli annunci online, poi incassavano i soldi su una carta prepagata e infine sparivano: i truffatori sono stati individuati dalla Polizia di Città di Castello

L'ennesima truffa online e un altro malcapitato caduto nella rete. Questa volta l'esca per far cadere la truffa nel raggiro è stata una canoa, che la povera vittima aveva deciso di acquistare dopo aver consultato un annuncio pubblicato su un sito web specializzato nella compravendita. Contattato telefonicamente l'inserzionista, è scattato così il pagamento anticipato della merce attravero la ricarica di una carta di debito presso uno sportello bancario. Incassato il pagamento però, il venditore si è reso immediatamente irreperibile ed è scattata così la segnalazione da parte della vittima del raggiro alla Polizia di Città di Castello.

Dopo accurate indagini e gli accertamenti condotti sugli istituti bancari e sulle banche dati in uso agli operatori di Polizia, gli agenti del commissariato tifernate sono riusciti a individuare gli autori della truffa: due soggetti residenti nel nord Italia e segnalati più volte come autori di truffe della medesima matrice e attuate con lo stesso modus operandi. Nello specifico i due truffatori chiedevano alle banche l’attivazione di carte prepagate da utilizzare per ricevere i pagamenti delle vendite online per poi, subito dopo prelevato l’importo dalla carta alienarla ed attivarne una successiva. I due sono stati così denunciati dagli agenti del Commissariato di Città di Castello per truffa aggravata in concorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento