menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un dossier per ottenere l'Alta Velocità a Perugia: l'accordo politico c'è, scatta la scalata su Fs e Governo

Ci sono tutte le condizioni per far partire da Perugia a Milano un Freccia Rossa senza dove investire denari e aspettare anni per la stazione speciale di Umbria e Toscana. Ecco come

Da destra passando per il centro fino ad arrivare ai civici e al Pd e al Movimento 5 Stelle. Insomma tutti i rappresentanti dei cittadini di Perugia tifano per l'alta velocità che passi per Perugia. Stiamo parlando dell'Alta Velocità ferroviaria che da mesi tiene banco nei convegni e nelle aule istituzionali di casa nostra (Regione in primis).  

Nella III Commissione consiliare Urbanistica è stato sottoscritto da tutti i capigruppo un ordine del giorno in cui si chiede all’Amministrazione comunale di “farsi portavoce con la Regione, Trenitalia e il Ministero dei Trasporti al fine di attuare l’ipotesi di far arretrare, dalla stazione di Arezzo a quella di Perugia, il Frecciarossa delle 6:11 e analogamente il
Frecciarossa in partenza da Milano alle 19:30, consentendo l’andata e il ritorno da Milano in alta velocità in sole tre ore”.

Si tratta di un progetto importante sia per la città di Perugia che per l’intera Umbria perché contribuirebbe in maniera sostanziale a risolvere lo storico problema dell’isolamento del nostro territorio e porterebbe vantaggi e benefici rilevanti alla nostra economia, aumenterebbe l'indotto turistico, migliorerebbe la qualità della vita dei cittadini che
avrebbero la possibilità di raggiungere Milano in sole 3 ore. 

Infine la soluzione proposta determinerebbe importanti conseguenze per ciò che concerne le presenze degli studenti fuori
sede nei nostri Atenei, tenuto conto dell’accresciuta appetibilità della città anche sotto il profilo dei collegamenti trasportistici. Anche la Giunta Romizi tifa per questa soluzione e vuole quanto prima iniziare un'azione politica forte e costante:“Perugia vuole l'Alta Velocità – ha precisato l’assessore Casaioli - è uno dei pochi argomenti su cui maggioranza e opposizione si sono trovati d'accordo e hanno dato pieno mandato alla nostra Amministrazione. Comunque il sindaco si è già attivato da tempo in questa direzione incontrando la Governatrice Catiuscia Marini e sollecitando un incontro con il Ministro Del Rio".

Proprio per rafforzare questo intendimento - l'assessore Casaioli ha continuato - del Comune di Perugia ho chiesto, durante la seduta di ieri della III Commissione, di elaborare un documento sottoscritto da tutte le forze politiche e da inviare alla Regione dell’Umbria per ribadire che Perugia, Capoluogo di regione, ha bisogno dell’alta velocità.

Un'Alta Velocità molto facile da applicare dato che basta spostare di pochi chilometri la partenza dei Freccia Rossa. "Ben venga, dunque, questa prima ipotesi, contenuta nell’odg dei capigruppo, dell’arretramento del FrecciaRossa da Arezzo a Perugia, soluzione che si potrebbe realizzare in breve tempo ed a costo quasi zero, tenuto conto del fatto che il treno ad alta velocità può viaggiare sulle infrastrutture ferroviarie già esistenti". Mentre di contro sia la Giunta che il consiglio comunale sono contro l'ipotesi della Regione quella di attendere la creazione di una stazione tra Umbria e Toscana  "MedioEtruria". "Ha tempi lunghi e spese ingenti, e invece può essere utilissima per il nostro territorio. Ieri L'assessore regionale ai Trasporti Chianella si è reso disponibile a valutare proprio questa ipotesi, speriamo lo faccia velocemente!": ha concluso con qualche speranza l'assessore Casaioli. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento