rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca

Allevamento lager, dodici cani salvati: cuccioli appena nati costretti a vivere in gabbia

A finire nei guai una donna italiana di 27 anni, la quale, a margine del controllo ha riferito di essere un'esperta allevatrice

La denuncia pesa come un macigno: detenzione illegale e allevamento abusivo di cani. Sono in tutto dodici i poveri chihuahua trovati all'interno di un'abitazione di San Gemeni in condizioni del tutto precarie. L'allarme è scattato dopo un attento controllo svolto dalla squadra mobile insieme al personale dell’Asl e al presidente dell’associazione Eital onlus.

Ad essere portati in salvo anche cinque cuccioli appena nati, tenuti in parte in tre gabbie sovrapposte in una stanza maleodorante di 30 metri e gli altri in una piccola struttura fatiscente. In base alle indagini svolte sembra che entrambi gli ambienti dove vivevano gli animali fossero privi dei requisiti necessari per ospitarli.

A finire nei guai una donna italiana di 27 anni, la quale, a margine del controllo ha riferito di essere un'allevatrice. I cani sono stati sequestrati e affidati all’Eital, mentre le indagini della polizia continuano per individuare eventuali traffici illegali internazionali di animali destinati ad essere venduti in internet.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allevamento lager, dodici cani salvati: cuccioli appena nati costretti a vivere in gabbia

PerugiaToday è in caricamento