Cronaca Centro Storico

Alcol super economico e orde di minorenni ubriachi: la piaga degli "shottini" a un euro

Allarme shottino. O, se preferite, chupito. Ma c'è anche chi lo chiama shortino. Il centro storico di Perugia è invaso da torme di ragazzini, inebetiti da super economici shottini

Già, perché è noto a tutti che ci sono ragazzini che con 5 euro, pari a 5 supereconomici shottini, si ubriacano e poi assumono atteggiamenti arroganti, litigiosi, conflittuali, che arrivano alla rissa per motivi futilissimi. Con 10 euro, poi, raggiungono il coma etilico. Non sono isolati i casi di minori, portati al pronto soccorso in condizioni di incoscienza. “L’assuefazione, poi, è un meccanismo di carattere fisico e psicologico. Senza contare che andare su di giri diventa un atteggiamento da spacconi, tipico di personalità fragili e immature”, garantisce un esperto di problematiche dell’età evolutiva. Insomma: l’alcolismo precoce è un male di carattere personale e sociale. Bloccarlo non costerebbe molto. “Anche perché, in qualche caso, si passa poi all’uso di droghe”, ammonisce un esperto.

Intanto, si sa bene che con l’abolizione delle tabelle commerciali, tutti possono vendere quasi tutto. E questo non è un bene, specie quando ne scaturiscono conseguenze esiziali, a danno delle giovani generazioni. “La municipale – dice un genitore, evidentemente toccato dal problema – deve controllare il rispetto degli orari di certi esercizi che spacciano alcolici a go-go”. “Inoltre – chiarisce – la vendita di alcool ai minori sotto i sedici anni è un reato che comporta multe, denunce e chiusure. C’è chi è tenuto a far rispettare le norme che ci sono. Chiudere un occhio, e spesso tutti e due, non giova al decoro delle persone e alla dignità della città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alcol super economico e orde di minorenni ubriachi: la piaga degli "shottini" a un euro

PerugiaToday è in caricamento