Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Investe due ragazzini con l'auto da ubriaco, la Cassazione gli leva la patente

L'uomo aveva patteggiato, ma non gli era stato revocato il permesso di guidare

Ubriaco alla guida, investe due minori e non si ferma a soccorrerli. Per questo patteggia la pena, ma non gli viene revocata la patente. Così scatta in ricorso in Cassazione da parte della pubblica accusa.

All’uomo era contestato “di avere cagionato lesioni personali gravi a due minorenni, investendoli con l'autovettura, tenendo una velocità inappropriata per le condizioni psicofisiche (2,32 g/I di alcol nel sangue) e ambientali, omettendo di ridurre la velocità e fermarsi in presenza di pedoni sulla sede stradale”. Dopo l’impatto il conducente era anche scappato.

La vicenda processuale si era chiusa con il patteggiamento, ma il procuratore generale presso al Corte d’appello, aveva proposto ricorso per “la mancata applicazione della sanzione amministrativa accessoria della revoca o della sospensione della patente di guida”.

Per i giudici della Cassazione “porsi alla guida in stato di ebbrezza alcolica oltre la soglia di tasso o sotto l'effetto di stupefacenti costituisce un comportamento altamente pericoloso per la vita e l'incolumità delle persone, posto in essere in spregio del dovuto rispetto di tali beni fondamentali” e quindi è “una radicale misura preventiva per la sicurezza stradale consistente nella sanzione amministrativa della revoca della patente nell'ipotesi sia di omicidio stradale, sia di lesioni personali gravi o gravissime” è più che giustificabile.

Per questo la Cassazione ha annullato senza rinvio la sentenza impugnata “limitatamente alla omessa statuizione sulla revoca della patente di guida”, applicando la sanzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investe due ragazzini con l'auto da ubriaco, la Cassazione gli leva la patente

PerugiaToday è in caricamento