rotate-mobile
Cronaca

"Al teatro Morlacchi andiamo da soli, alla faccia del virus": alcuni studenti del Mariotti abbattono la psicosi

Dopo le circolari che vietano le attività extra-scolastiche e le paure infondate, c'è chi alimenta la normalità per non affossare l'Umbria e gli eventi culturali

Il professore non mi ci accompagna… e io al Morlacchi vado da solo. Questa la filosofia che deve aver ispirato il gruppetto di studenti del liceo Mariotti, abituali e irriducibili frequentatori della stagione teatrale. Nessun rilievo, intendiamoci, alla scelta dei docenti, i quali si attengono semplicemente alle disposizioni del Miur: sospensione delle gite, dei viaggi d’istruzione e visite guidate fino a nuova comunicazione. Un provvedimento ineccepibile, dettato dal comune buon senso e connesso alle indicazioni della scienza.

Sta di fatto che le ultime file della platea e alcuni posti nei palchi erano ieri sera occupati da giovani amanti del teatro, non accompagnati. Intendiamoci: ce n’erano di meno rispetto alle volte scorse. Ma l’Inviato Cittadino ha dialogato con questi studenti che dicono: “Il biglietto lo avevamo pagato, lo spettacolo ci interessava. Così abbiamo deciso di venire comunque, indipendentemente dalla presenza dell’accompagnatore”.

D’altronde, la passione è passione. E, in questo caso, gli studenti compiono un percorso formativo che vede nel teatro un efficace strumento di Bildung, come dicono in Germania, dove il teatro scolastico è non solo frequentato, ma anche attivamente praticato. Dunque, bene hanno fatto i ragazzi di quelle due classi a venire a teatro. In barba agli allarmismi (forse) sovradimensionati. Hanno insomma dimostrato maturità e indipendenza. Convinti, con Novalis, che “il teatro è l’attiva riflessione dell’uomo su se stesso”. O, da classicisti: “Populi sensus maxime theatro perspicuitur”. Orgoglio mariottino. E vi pare poco?
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Al teatro Morlacchi andiamo da soli, alla faccia del virus": alcuni studenti del Mariotti abbattono la psicosi

PerugiaToday è in caricamento