rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Cannara

Agguato a colpi di bastoni e catene per un debito a Cannara: in due nei guai per estorsione, rapina e danneggiamento

I Carabinieri di Assisi hanno eseguito due misure cautelari nei confronti di due 30enni con precedenti

Agguato a colpi di bastoni e catene per un debito non pagato. E' la vicenda che vede protagonisti tre ragazzi perugini, aggrediti il 10 gennaio 2020 a Cannara e che ha portato all'arresto di due persone da parte di Carabinieri della Compagnia di Assisi.

I tre aggrediti avevano raccontato di essere stati vittime di una imboscata a Cannara, intorno alle cinque del pomeriggio. Si erano ritrovati con la strada sbarrata da due auto e una decina di persone, con catene e tubi di ferro, che avevano iniziato a colpire la loro vettura. Dopo aver forzato il blocco, i tre erano riusciti a fuggire e chiamare il 112.

I Carabinieri di Assisi avevano avviato le indagini, acquisendo testimonianze e riscontri investigativi, individuando in due ragazzi di origine marocchina i mandanti dell'agguato. Secondo i Carabinieri i due folignati avevano avuto dissapori per motivi economici con una delle vittime (gli altri due sono risultati estranei ai fatti).

Nei confronti dei due marocchini è stata emessa un'ordinanza cautelare che consiste nel divieto di avvicinamento alle presunte vittime. Entrambi noti alle forze di polizia, sono accusati di estorsione, rapina, danneggiamento aggravato e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato a colpi di bastoni e catene per un debito a Cannara: in due nei guai per estorsione, rapina e danneggiamento

PerugiaToday è in caricamento